Feeds:
Articoli
Commenti

referendum-costituzionale-640x342

Un evento organizzato dal comitato del NO in collaborazione con il comitato del SI

Un’opportunità per tutti i Maranellesi e non solo, di sentire le motivazioni del SI e del NO al referendum del 4 dicembre sulla riforma Costituzionale.

Relatori:
PAOLO CALVANO, segretario provinciale PD Emilia Romagna del Comitato “Basta un SI”
GIANFRANCO PASQUINO, professore emerito di scienze politiche – Università di Bologna del “Comitato per il NO al Referendum Costituzionale”

Domenica 20 novembre ore 9.30 – Auditorium Enzo Ferrari di Maranello

Le ragioni del NO

14940148_1243789135688067_434261259236785943_o

Il prossimo voto sul referendum costituzionale è probabilmente il voto più importante dell’Italia repubblicana: si vuole riformare la Costituzione in un modo tale da sconvolgere l’attuale assetto istituzionale.

Tutti dobbiamo essere coscienti di quello che il governo Renzi vuole fare: un accentramento di potere mai visto che mette in serio pericolo la democrazia stessa del nostro Paese. La Costituzione non è una legge qualsiasi e non può essere modificata a piacimento dal Governo. Noi del M5S ci batteremo fino all’ultimo per fare in modo che questa Riforma non passi. Scendiamo in Piazza, facciamo sentire il nostro NO a questa schiforma elettorale. #IoDicoNo

L’appuntamento è domenica 13 novembre alle 21 a Modena in Piazza della Pomposa, saranno presenti: DELL’ORCO, DI STEFANO, FERRARESI, FICO, MONTEVECCHI, RUOCCO, SARTI, SPADONI.

frezza-cionini-copia
Il consigliere Riccardo Frezza del M5S Maranello (subentrato alla consigliera Guidelli), in data 6 settembre 2016 ha formalizzato le dimissioni dalla sua carica elettiva.
Ringraziamo Riccardo che nei pochi mesi in consiglio ha  contribuito con passione allo svolgimento del proprio mandato ed auguriamo un buon lavoro a Federica Cionini che entra nel gruppo consiliare M5S.

Venerdi 9 settembre dalle ore 18,30 presso il caffè dell’orologio in via Trento Trieste, 106 a Formigine si terrà l’APERITIVO PER LA COSTITUZIONE, dove saranno presenti i parlamentari del Movimento 5 Stelle Michele Dell’Orco, Luigi Di Maio, Carlo Sibilia e Vittorio Ferraresi.

Si tratta di un momento informale per parlare con i cittadini e per spiegare i motivi per votare NO al referendum sulle Riforme Costituzionali. Vi aspettiamo !!!
*****
E se vuoi darci una mano nel controllare le operazioni di scrutinio, quando potremo andare a votare sul referendum Costituzionale, compila il forum seguendo il link: http://goo.gl/forms/z5VpGXoFfJv526Zy2

Suoneranno i Driveway: Roberta Mora – Voce e piccole percussioni, Tiziano Bonatti – Chitarre e Paolo Belletti – Basso
I Driveway si muovono fra sonorità black e pezzi di successo anni 70 e 80 sia italiani che stranieri, amano colorare il loro repertorio con bossanova e swing oltre a rivisitare alcuni pezzi giocando con il ritmo e le armonie. 
I Driveway sono come l’autoradio: non sai mai quale sarà il prossimo pezzo, sono la cosa più vicina alla scatola di cioccolatini di Forrest Gump.
Un gruppo che fa musica che si ama.

municipio tricolore

“Disagi per i cittadini di Maranello, mancati introiti per gli ambulanti che si sono visti annullare il mercato settimanale, dispendioso per le casse comunali e a carico dei contribuenti italiani, nonché inopportuno.” Esordisce così il Portavoce del Movimento 5 Stelle Maranello Matteo Cursio, in merito al vertice bilaterale tra Matteo Renzi e Angela Merkel che vede protagonista la città di Maranello.

Divieti di sosta e strade bloccate – continua Cursio – in una città che già presenta notevoli criticità di posti auto e traffico congestionato, questi sono solo alcuni dei disagi provocati da questo vertice bilaterale, voluto da Renzi (o chi per lui) nella nostra città, scelta che non solo non è stata condivisa con l’amministrazione comunale, ma addirittura neppure comunicata, dato che come tutti anche il nostro Sindaco ha appreso la notizia dai mezzi di stampa.

Un vertice che come primo risultato ha ottenuto un danno economico a carico dei commercianti locali, che si sono visti annullare il consueto mercato settimanale, facendo perdere loro un’intera giornata di lavoro.

Come ogni evento di importante rilevanza porta con se innumerevoli costi – sottolinea il Portavoce del M5S – che come spesso accade sono a carico della collettività, motivo per cui presenteremo un’interrogazione per sapere quali sono stati i reali costi a carico dei maranellesi e se i commercianti verranno rimborsati, come minimo della tassa di occupazione del suolo pubblico. Questioni che sicuramente alla politica nazionale ed europea poco importano, dato che continuano a fare tagli su tagli agli enti locali che per sopperire sono costretti ad aumentare le imposte e ridurre i servizi.

Inopportuno – conclude Cursio – un incontro istituzionale così importante in un’azienda privata, ci sono sedi e luoghi più idonei per questi meeting internazionali, come la portaerei Garibaldi che già nei giorni passati ha ospitato Renzi, Merkel e Hollande, garantendo loro la massima sicurezza senza arrecare disagi ai cittadini.

 

COMUNICATO STAMPA
Cursio: “Lista civica critica il comitato in cui ha cercato di entrare”

“Fa sorridere che la lista civica di Barbolini – sottolinea Matteo Cursio, consigliere del MoVimento 5 Stelle Maranello – ora attacchi a tutto campo PD, M5S ed il comitato per il NO alle riforme costituzionali nel quale ha lui stesso cercato di aderire.
Nello specifico è accaduto che si sia costituito un comitato spontaneo di cittadini di varia estrazione politica per il no alle riforme costituzionali.

A seguito della costituzione del comitato, e dopo una consultazione interna, si è valutato di aderire anche come MoVimento 5 Stelle Maranello.

Nel momento in cui la lista civica ha chiesto l’adesione al comitato, il MoVimento 5 Stelle Maranello è stato l’unico a sostenere l’ingresso della lista nel comitato, che però a maggioranza ha ritenuto di non accettare tale richiesta.

Le accuse della lista civica sono assolutamente fuori luogo nei confronti del MoVimento 5 Stelle – continua Cursio – anche perché vi è stato modo di confrontarsi apertamente e ripetutamente su questa vicenda, ma a giudicare da quanto riportato nel comunicato stampa, l’esclusione dal comitato deve aver fatto molto male ai civici, che hanno anche recentemente subito l’allontanamento di un loro consigliere.

Come MoVimento 5 Stelle smentiamo che le ipotesi di “tradimento ideologico” o apparentamento con altre forze politiche, in quanto continuiamo a lavorare costantemente basandoci sul programma votato dai cittadini, e per il quale siamo disposti a votare congiuntamente con chiunque proporrà idee in linea con i valori del nostro MoVimento, e ci auspichiamo – conclude Cursio- che la lista civica faccia lo stesso, con proposte per la cittadinanza che lascino le polemiche prive di argomentazioni alle discussioni da bar.”

f_2c78fedd4e

Nel consiglio comunale del 27 Luglio 2016 è stato approvato l’ODG presentato dal MoVimento 5 Stelle Maranello inerente all’implementazione del divieto di fumo nelle aree ludiche e verdi dedicate ai bambini.

“E’ nostro dovere sensibilizzare anche la popolazione di Maranello sui danni del fumo passivo – spiega Matteo Cursio, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Maranello – e questo ODG è un notevole passo avanti per la salvaguardia della salute dei nostri figli. Accogliamo positivamente la votazione della maggioranza che inizialmente ci aveva proposto un emendamento che a nostro giudizio era poco restrittivo, ma sul quale abbiamo trovato un accordo soddisfacente”.

Nello specifico, nell’ODG si impegna sindaco e giunta:

• a vietare il fumo nelle aree ludiche, nelle aree verdi del territorio comunale, delimitate e dedicate ai bambini ed in presenza di questi ultimi, tramite ordinanza (o altra procedura amministrativa) dedicata emessa entro 60 giorni a far data dall’approvazione in consiglio comunale del presente atto;
• a valutare l’attivazione di una campagna di sensibilizzazione rivolta ai cittadini e finalizzata a disincentivare il tabagismo nelle zone ad alta frequentazione di minori, per diminuire il
rischio che i bambini si imbattano in comportamenti diseducativi, che potrebbero mettere a rischio la loro salute;
• a rendere noto il divieto alla cittadinanza mediante cartellonistica adeguatamente esposta e comprensibile nei pressi delle aree ludiche dedicate ai bambini, entro 6 mesi dalla data di approvazione del presente atto in consiglio comunale, definendone, entro tale termine, anche le relative pertinenze;
• ad assoggettare la violazione delle prescrizioni contenute nella ordinanza ad una sanzione amministrativa pecuniaria da definire;
• a fare obbligo ai trasgressori all’atto della contestazione della violazione di interrompere immediatamente l‘attività in corso;
• ad inviare il presente OdG al Ministero della salute e all’assessore regionale alla sanità.