Feeds:
Articoli
Commenti

Prosegue la realizzazione del programma partecipato per le amministrative 2019-2024!!!

Vi aspettiamo lunedì ore 21:00 presso la sala civica degli Orti di Gorzano, dove continueremo il percorso che ci porterà alla stesura del programma partecipato per le prossime amministrative.

Come definito nell’incontro precedente, mercoledì inizieremo la discussione su due temi cardine per il nostro territorio: Commercio e Gestione del Territorio.

L’evento come sempre è pubblico e aperto a tutti, 2024 stiamo arrivando!!!

Annunci

Prosegue la realizzazione del programma partecipato per le amministrative 2019-2024!!!

Vi aspettiamo mercoledì 19 settembre ore 20:45 presso la sala civica degli Orti di Gorzano, dove continueremo il percorso che ci porterà alla stesura del programma partecipato per le prossime amministrative.

Come definito nell’incontro precedente, mercoledì inizieremo la discussione su due temi cardine per il nostro territorio: eventi e mobilità.

L’evento come sempre è pubblico e aperto a tutti, 2024 stiamo arrivando!!!

Mercoledì 1 agosto, in consiglio comunale verrà discussa e votata la proposta per attivare il servizio di car sharing elettrico nel nostro comune, ecco un articolo che ci piacerebbe leggere tra qualche mese.

Dal 27 ottobre 2014 è attivo il servizio di segnalazioni tramite WhatsApp, che consente ai cittadini di comunicare e inviare segnalazioni direttamente alla Polizia Municipale.

Negli ultimi anni il numero delle segnalazioni è considerevolmente aumentato, inglobando in sé segnalazioni non strettamente collegate al servizio di Polizia Municipale, la quale provvede diligentemente ad inoltrarle presso gli uffici competenti.

Dato che questo strumento risulta essere particolarmente apprezzato dalla cittadinanza, abbiamo depositato un Ordine del Giorno nel quale chiediamo che tale servizio venga affidato all’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico), in modo da sgravare la Polizia Municipale di una mansione impropria, consentendole di svolgere appieno le proprie funzioni.

Leggi QUI il testo completo dell’OdG che verrà trattato il prossimo consiglio comunale.

commissione

Le commissioni consiliari, pubbliche e aperte alla partecipazione dei cittadini, sono articolazioni interne del Consiglio Comunale, importanti e fondamentali che servono per esaminare, approfondire o promuovere atti o temi che saranno discussi nell’assemblea consiliare.

Paradossalmente sono molto più “interessanti” le commissioni del Consiglio Comunale, soprattutto per il cittadino. A tal proposito alcuni anni fa a seguito della nostra proposta, tra le varie comunicazioni ai cittadini venne inserita anche quella relativa alle convocazioni delle commissioni. Inspiegabilmente da oltre un anno tali comunicazioni non vengono più effettuate. Ecco perché con il nostro ordine del giorno, chiediamo che questa comunicazione venga ripristinata e le convocazioni delle commissioni vengano pubblicate anche sulla pagina Facebook del Comune di Maranello, al pari di quanto avviene per il Consiglio Comunale.

La nostra proposta non si limita solo alla pubblicazione delle convocazioni, ma chiediamo che le commissioni vengano audio registrare e pubblicate sul sito istituzionale, così come avviene per le sedute del Consiglio Comunale.

La proposta della registrazione audio giace già da alcuni anni all’interno della modifica del regolamento del Consiglio Comunale, modifica che però si muove estremamente a rilento, motivo per cui abbiamo ritenuto importante estrapolarla da quel contesto e portarla direttamente all’esame e votazione dell’assemblea consiliare.

Si tratta di una piccola implementazione, ma la riteniamo fondamentale nell’ottica della trasparenza, per offrire ai cittadini un ulteriore strumento per seguire i lavori svolti dei propri rappresentanti, nonché uno strumento ad integrazione dell’attuale verbale che a tutt’oggi viene redatto manualmente e in modo molto sintetico.

Leggi QUI il testo completo dell’OdG che verrà trattato nel prossimo consiglio comunale.

AGGIORNAMENTO 28/06/2018:

Mercoledì 27/06/2018, due giorni dopo il deposito dell’interpellanza sulla ex CEMAR, si è avuta notizia di alcuni operatori al’interno dell’area.
Questo ci lascia ben sperare sull’avvio del lavori di demolizione, nonostante questo l’interpellanza non è stata ritirata, ma modificata ed integrata, al fine di avere ulteriori informazioni come il crono programma dei lavori e la data di ultimazione, nonché il termine ultimo che l’amministrazione è disposta a concedere.

Benché la proprietà si stia muovendo all’interno dei termini tecnico/burocratici, rimangono invece disattese le dichiarazioni del Sindaco che aveva dichiarato fine maggio inizi di giugno come tempi per la demolizione a quota del terreno.

– – – – – – – – – – – – – – – –

CEMAR una volta e continua ad esserci, così si potrebbe sintetizzare l’ennesimo flop del recupero di una area inquinata, abbandonata e degradata.

Il Movimento 5 Stelle Maranello unitamente al consigliere Savoia del gruppo misto, ha depositato una interpellanza relativa allo stato di avanzamento degli accordi tra l’amministrazione comunale e la proprietà della ormai tristemente famosa ceramica dismessa.

Dopo anni ed innumerevoli modifiche degli strumenti urbanistici per agevolare il recupero dell’area e accordi non mantenuti, tutti tentativi che si sono verificati vani, che come unico risultato vedono il persistere di una situazione insostenibile.

L’obbiettivo dell’interpellanza è quello di  vederci chiaro, non è più possibile affidarci alle sole parole, parole come quelle pronunciate dall’amministrazione comunale nel consiglio del 3 aprile 2018 (di cui è presente lo streaming video, ma non l’audio…) e dove si parlava di della demolizione della ceramica entro fine maggio o primi di giugno.

Ma veniamo allo stato dei fatti: il primo accordo tra l’amministrazione e la proprietà, redatto alcuni anni fa, per motivi legati principalmente all’andamento del mercato ed alla mancanza di interesse nel portare a termine un progetto costoso non è stato mantenuto.

A marzo del 2014 tutto l’amianto presente nell’area è stato bonificato, ma ha lasciato le strutture in stato ancora più fatiscente e soggetto al degrado, ed il 5 agosto 2017 il Sindaco ha dichiarato che è stato raggiunto un accordo per l’abbattimento:

“In linea con quella che era la previsione originaria per quell’area sarà costruita una zona residenziale con anche una struttura commerciale di medie dimensioni, che è già presente sul territorio e che lì si trasferirà. Per noi l’aspetto più importante è che l’attuatore dovrà in primis demolire la ceramica e bonificare il sottosuolo.”

Ora, visionando i dettagli dell’accordo si denota che una volta modificata ed adottata la variante al PSC e al POC con delibera del 3 Aprile 2018, nell’accordo era previsto che la proprietà provvedesse alla demolizione dei fabbricati esistenti fino alla quota del terreno entro l’approvazione della variante, ma anche dopo i 60 giorni di decorrenze dei termini per eventuali osservazioni ancora non si è visto nulla.

A questo punto è lecito chiedersi se la proprietà abbia realmente volontà di rispettare l’accordo o sia l’ennesimo passo indietro, oppure se ci sono altri motivi che hanno spinto al non rispetto del patto, in tutti i casi il risultato è sotto gli occhi di tutti.

Non mi abbandonare, che sia cane, gatto o rifiuto, non mi abbandonare.

E’ un atto vigliacco, incivile, delinquente, irresponsabile in tutti i casi.

Non mi abbandonare è l’unica cosa che ti chiedo dopo che hai scelto di accogliermi nella tua famiglia, farmi giocare con i tuoi figli, dopo che ti ho dato affetto, non mi abbandonare è l’unica cosa che ti chiedo.

Non mi abbandonare, ora arriva l’estate il periodo dell’anno dove capita più spesso, esistono strutture create appositamente per accogliermi nel breve periodo di vacanze, non mi abbandonare, quando tornerai continueremo la nostra storia d’affetto, non mi abbandonare è l’ unica cosa che ti chiedo.

Non mi abbandonare, solo perchè sono un rifiuto. Non mi abbandonare, è l’unica cosa di buon senso che ti chiedo, spinto dal fatto che la terra è una sola e dovremmo lasciarla meglio di come l’abbiamo trovata.

Non mi abbandonare, non mi dissolvo da solo nel nulla. Se sono di plastica, le mie particelle inquinanti rimangono per tantissimo tempo, tant’è vero che voi esseri umani avete cominciato a mangiarle e respirarle.

Non mi abbandonare, te lo chiede anche la nostra madre terra con i cambiamenti climatici dovuti all’inquinamento, non mi abbandonare solo perché sono un rifiuto e tanto c’è chi mi raccoglie, pensa ai tuoi figli , nipoti , che si troveranno un mondo pieno di rifiuti.

Non mi abbandonare solo perché sono un rifiuto, anzi, dovresti cominciare a pensare ridurmi, produrmi meno, sempre meno.

Non mi abbandonare, Recuperami, Riusami, Riciclami.

Luca Forlani