Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Maranello’ Category

Sabato 2 giugno al Parco Due è stata inaugurata una nuova area con arredi e giochi inclusivi.

Il parco “inclusivo” è un intervento realizzato dall’amministrazione comunale facendo seguito a un impegno preso grazie ad un nostro ordine del giorno presentato e approvato nel consiglio comunale del 6 ottobre 2015.

Siamo molto soddisfatti di queste installazioni, non solo perché dimostrano come (nonostante la forte contrapposizione politica) sia possibile arrivare a risultati concreti partendo da una proposta fatta dall’opposizione, ma soprattutto perché vediamo sempre più garantiti a tutti i bimbi la possibilità di vivere a pieno gli spazi pubblici a loro dedicati.

Annunci

Read Full Post »

Continua la realizzazione del programma partecipato per le amministrative 2019-2024!!!

Vi aspettiamo mercoledì 18 aprile ore 21:00 presso la sala civica degli Orti di Gorzano, dove proseguiremo il percorso che ci porterà alla stesura del programma partecipato per le prossime amministrative.

Come definito nell’incontro precedente, mercoledì inizieremo la discussione su due temi molto importanti: ambiente e turismo.

L’evento come sempre è pubblico e aperto a tutti, 2024 stiamo arrivando!!!

Read Full Post »

Il MoVimento 5 Stelle Maranello ha depositato un Ordine del Giorno nel quale impegna l’amministrazione a convertire l’area già recintata (o una parte di essa), oggi adibita a campo da calcio, ma scarsamente utilizzato a causa del fondo irregolare, ad area di sgambamento cani.

Riteniamo che sia assolutamente necessaria un’area di sgambamento cani anche a Gorzano” afferma Federica Cionini, consigliera comunale M5S “in quanto le famiglie Maranellesi ospitano oltre 2500 cani, che a differenza degli altri animali, hanno necessità di uscire quotidianamente dalle mura domestiche. Inoltre gli interventi da effettuare in quell’area sarebbero davvero minimali, quindi con costi relativamente bassi e consentirebbero una maggior fruizione di quel parco.

Insomma non ci sarebbe alcun tipo di controindicazione per la conversione di quell’area, che tra l’altro è spesso già utilizzata  per tale scopo da alcuni cittadini.

Leggi l’Ordine del Giorno completo: AREA CANI GORZANO

Read Full Post »

2019-2024

Al via la realizzazione del programma partecipato per le amministrative 2019-2024!!!

Vi aspettiamo mercoledì 28 marzo ore 21:00 presso la sala civica degli Orti di Gorzano, dove inizieremo il percorso che ci porterà alla stesura del programma partecipato per le prossime amministrative.

L’incontro come sempre è pubblico e aperto a tutti, 2024 stiamo arrivando!!!

Read Full Post »

area-cani

Era il 27 ottobre 2015 quando portammo in consiglio comunale la proposta per la realizzazione di un’area sgambamento cani, proposta che venne sonoramente bocciata adducendo un elevato costo di realizzazione. All’epoca l’amministrazione comunale parlò di circa 30.000 Euro per la realizzazione dell’area e la sistemazione dell’esistente, noi contestammo quell’importo, sostenendo che il tutto si poteva fare con meno della metà, ma evidentemente la volontà di non farla era maggiore della volontà di valutare oggettivamente la proposta.

Dopo quasi due anni e mezzo apprendiamo che l’area sgambamento cani verrà realizzata, esattamente in uno degli spazi da noi proposti e agli stessi importi da noi all’epoca identificati.

Meglio tardi che mai!

Read Full Post »

10440648_358735157629195_7494990937890372520_nSabato 17 febbraio dalle 8:00 alle 12:00 saremo presenti in piazza Libertà a Maranello con il banchetto informativo del MoVimento 5 Stelle per far conoscere i 20 punti del nostro programma nazionale!!!

Siete TUTTI invitati a partecipare

Read Full Post »

Non appena l’amministrazione si sente colta in fallo, anzichè porre rimedio alle criticità evidenziate, sceglie la strada peggiore, quella di strumentalizzare il tutto riducendole ad accuse da campagna elettorale.
Peccato che Legambiente abbia sollevato i medesimi dubbi del M5S, ma non ci risulta in corsa per le elezioni del 4 marzo.

Tipica situazione del traffico durante le ore di punta

Quindi è il momento di fare chiarezza su quanto accaduto basandoci sui fatti.

Fatti che, a fronte delle informazioni pervenute e dalle dichiarazioni a mezzo stampa, ci riportano alla definizione di quell’area verde come riforestazione urbana, nella quale a novembre 2013 molti bambini, genitori e volontari di varie associazioni hanno messo a dimora oltre 400 piante, spendendo quasi 5000€.

Solo qualche mese dopo, il Sindaco ha dichiarato che si è avviata una serie di confronti con Ferrari per l’ampliamento dei parcheggi proprio in quell’area. Confronti che hanno portato la Ferrari a presentare il progetto il 26 giugno 2017. Il progetto prevedeva la concessione di un’area di proprietà della provincia per la quale il comune ha fatto richiesta il 29 giugno 2017. La provincia ha risposto positivamente con uno schema di convenzione datato 4 Dicembre 2017.

Con delibera di giunta del 19 Dicembre 2017 l’amministrazione comunale ha convalidato la convenzione stipulata con la Ferrari dove viene definito l’ampliamento dei parcheggi, da effettuare entro il 31 Marzo 2018, nella zona verde adiacente alla pedemontana oggetto di riforestazione urbana.

La convenzione cita testualmente: “provvedere alla ripiantumazione o sostituzione perequativa delle alberature esistenti, con piante di analogo stadio per consentire la realizzazione dell’ampliamento, secondo quanto previsto dall’art. 14 del Regolamento del Verde del Comune di Maranello e da piantumarsi secondo un preciso progetto che verrà approvato in Giunta con apposito atto”, peccato che al 23 gennaio non è ancora stato definito nessun progetto, non è quindi chiaro se le piante verranno spostate o abbattute per lasciar spazio ad una nuova piantumazione, ma soprattutto non sono stati definiti tempi e luoghi come invece si è fatto per la realizzazione del parcheggio.

Anche se il comune non dovrà spendere i quasi 5000 € come avvenne per la piantumazione del 2013, non vi sono garanzie sull’impianto di irrigazione e sul riutilizzo delle medesime piante, ma soprattutto il nuovo parcheggio andrà a snaturare il valore della piantumazione partecipata. Probabilmente è questione di giorni e le 400 piante spariranno, lasciando spazio a dubbi e incertezze su una scelta iniziale errata e conclusa nel peggiore dei modi.

Il solo ampliamento dei parcheggi non può essere visto come soluzione ai problemi legati alla mobilità, occorre introdurre misure che, in modo efficace, possano contribuire alla riduzione del traffico favorendo la mobilità sostenibile e riducendo l’inquinamento.

Se il PD vuole continuare con le polemiche sterili lo faccia pure, noi intanto abbiamo depositato un ordine del giorno dove chiediamo di incontrare in commissione ambiente il Mobility Manager della Ferrari (figura prevista da un obbligo di legge), per poter capire cosa si è fatto in questi anni per ridurre il traffico e per proporre le nostre idee e soluzioni, perché riteniamo che una migliore e più efficiente mobilità possa agevolare l’azienda e i suoi dipendenti, riducendo i costi per gli spostamenti casa/lavoro dei dipendenti e gli spostamenti per lavoro dei dipendenti stessi, migliorando ulteriormente l’immagine della Ferrari e favorendo l’interesse della collettività.

Se vi state chiedendo:
“l’amministrazione non ha mai incontrato il Mobility Manager?”

E’ la domanda che abbiamo fatto anche noi!

Così, dato che in un ambito pubblico e amministrativo in cui si scrivono pagine e pagine di documenti, verbali, delibere e determine di ogni tipo, abbiamo chiesto i verbali degli incontri fatti negli ultimi 5 anni tra amministrazione e Mobility Manager Ferrari, e quella che segue è la risposta che abbiamo ricevuto:
“I contatti con l’azienda per la condivisione puntuale dei problemi sono stati frequenti.
Trattandosi di un soggetto privato, è norma rapportarsi con un’azienda a partire da chi ne ha responsabilità amministrative e legali. Nel caso di Ferrari, gli incontri effettuati dall’Amministrazione Comunale si sono svolti con i tecnici e i funzionari indicati dall’azienda stessa. Non è consuetudine produrre verbali su incontri di questo tipo.”

Read Full Post »

Older Posts »