Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Scuola ed Istruzione’ Category

IMAGE 5

È il 10 marzo la deadline per la quale è necessario mettersi in regola con la legge sull’obbligo vaccinale. Entro questa data infatti, come previsto dalla norma firmata dal ministro Lorenzin, deve essere presentata la documentazione comprovante l’avvenuta vaccinazione, pena l’allontanamento dalla scuola per i bimbi da 0 a 6 anni.
Su questo tema il M5S Maranello ha presentato un ODG, che verrà discusso nel consiglio comunale del 13 febbraio, al fine di evitare che l’obbligo vaccinale, specie in questo anno di transizione, non contrasti con il diritto alla continuità scolastica ed educativa dei bambini.

Numerosi territori si sono già adoperati per garantire la continuità scolastica: dalle regioni Toscana, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Piemonte, ai comuni di Roma (approvato all’unanimità), Firenze, Trento, Cesenatico, Capannori e molti altri.

Per questo motivo auspichiamo che in merito alla nostra proposta non venga sollevata inutile polemica da campagna elettorale, ma che prevalga il buon senso per garantire il diritto alla continuità scolastica dei bambini.

Annunci

Read Full Post »

Locandina-Bullismo-1-e1488355019650

A seguito di un emendamento del M5S Maranello all’ordine del giorno, presentato dal Cons. Marco Giovanelli, relativo all’educazione contro il fenomeno del bullismo scolastico,

giovedì 14 dicembre 2017 alle ore 18:30

presso la sala consiliare si terrà una commissione informativa sulla situazione dei fenomeni di bullismo, devianza minorile e interventi di prevenzione e contrasto.

Questo incontro vedrà la partecipazione della
Dr.ssa Marina Frigieri
(Responsabile del Servizio Tutela minori dell’Unione dei Comuni del Distretto Ceramico)
Dr.ssa Patrizia Montanari
(Responsabile del Servizio Sociale Territoriale di Fiorano Modenese e Maranello).

Come la maggior parte delle commissioni, anche questa è aperta alla partecipazione (come uditori) di tutti i cittadini interessati. Vi aspettiamo!

Read Full Post »

Grazie alla legge discordia 111/2011 sul contenimento e razionalizzazione della spesa relativa all’organizzazione scolastica, a partire dall’anno scolastico 2011/2012 i comuni saranno tenuti ad effettuare una aggregazione delle scuole dell’infanzia, scuola primaria e scuola secondaria in Istituti Comprensivi costituiti da almeno 1000 alunni con una oscillazione non superiore al 20 %. L’amministrazione ha così deciso l’istituzione di due istituti comprensivi: “Stradi” e “A. Ferrari”, uno costituito da 911 alunni, mentre l’altro da 812. Proposta che non richiede interventi nelle 4 scuole materne e nelle 2 scuole primarie, mentre rende necessario un progetto di suddivisione degli spazi dell’unica attuale scuola media “Ferrari” per consentire la creazione al suo interno di due ambiti, afferenti ai due futuri Istituti Comprensivi per una spesa preventivata di 71.000€. La scelta è stata più volte contestata dal Comitato genitori attivi, guidato da Emilio Zannoni,che ha dichiarato come «il dimezzamento della scuola media in due istituti avrà ricadute negative sulla qualità della didattica e sul futuro scolastico degli alunni». «Le tante criticità e problematiche presenti nella proposta della Giunta e sollevate nel dibattito derivano da un mancato coinvolgimento di insegnanti e genitori, che, come sempre, devono subire decisioni calate dall’alto». Sostanzialmente il Comitato genitori attivi ribadisce che «la divisione in due dell e medie ‘Ferrari’ renderà ancora più angusti gli spazi concessi ai ragazzi per la ricreazione; già, attualmente, le classi non possono uscire contemporaneamente nel corridoio durante l’intervallo; la situazione rischia di aggravarsi quando al secondo piano della scuola. Lungo il corridoio, verrà innalzata una parete divisoria in policarbonato». Problemi, visto che l’assegnazione degli insegnanti avverrà tramite graduatoria, potrebbero esserci anche sulla continuità didattica e che gli alunni cambino i docenti dell’anno precedente.

Così, con la delibera di giunta del 15 Maggio 2012 si è deciso che si farà, con mal di pancia da entrambe le parti, e con tanti ringraziamenti al governo per l’ennesima pessima trovata.

Read Full Post »