Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2015

Il 22/12/15 è stata protocollata presso il comune di Maranello la relazione finale Arpa in merito alle analisi sull’affioramento di rifiuti in un campo arato adiacente al percorso Tiepido tra Maranello e Colombaro, dove in parte si confermano le valutazioni già anticipate nella relazione preliminare del 04/11/15.

Sondaggio 1

Sondaggio 2

Nelle tabelle è possibile osservare quanto rilevato su due dei tre sondaggi effettuati. Arpa infatti, tra le conclusioni riporta:

· gli esiti analitici nei suoli confermano le rilevazioni visive di campo, ovvero il trattarsi di rifiuti urbani, tuttavia si assiste ad un limitato arricchimento della componente di metalli pesanti (in particolare cadmio, mercurio piombo e zinco) nei suoli a contatto con il corpo dei rifiuti;
· pur non essendo l’intento di questa indagine, da una ricostruzione approssimativa si fornisce la stima dei dati di superficie interessata dai rifiuti (2500 mq),volumetria (2900 mc) e massa (5000 tonn);
· per quanto attiene alle attuali finalità di indagine, l’area appare sufficientemente individuata e delimitata.

In ragione di quanto emerso per garantire condizioni di salvaguardia ambientale ai sensi della normativa vigente, occorre:
1) prevedere il ripristino dello stato di luoghi, provvedendo alla rimozione dei rifiuti ai sensi dell’art. 192 del D.lgs 152/06 da parte del soggetto responsabile se individuato, poichè: “chiunque viola i divieti (di abbandono rifiuti ndr) è tenuto a procedere alla rimozione, all’avvio a recupero o allo smaltimento dei rifiuti e al ripristino dello stato dei luoghi in solido con il proprietario (…) ai quali tale violazione sia imputabile a titolo di dolo o colpa”. (…) Il Sindaco dispone con ordinanza le operazioni a tal fine necessarie e il termine entro cui provvedere, decorso il quale procede all’esecuzione in danno dei soggetti obbligati e al recupero delle somme anticipate”;
2) l’obbligazione è naturalmente in capo al Comune se non si individua il soggetto responsabile, o se sia attribuibile al Comune stesso la responsabilità dell’evento di abbandono;
3) in alternativa, ipotizzando il trattarsi di una discarica di rifiuti urbani, appare possibile valutare la messa in sicurezza permanente dell’area provvedendo a garantire quanto richiesto dal D.Lgs 36/03 (attuazione della direttiva 1999/31/CE relativa alle discariche di rifiuti).

A seguito della relazione finale di Arpa, il comune di Maranello ha emesso in data 23/12/15 una ordinanza dove, per esigenze di urgenza di tutela della salute pubblica, ha disposto l’immediata recinzione dell’area e posto il divieto di utilizzo del terreno, ivi compresa la coltivazione, il pascolo ed il divieto di raccolta del materiale vegetale.

Ora restano ancora molteplici interrogativi in merito a questa vicenda, sia per quanto riguarda le aree adiacenti all’area delimitata (che visivamente hanno la stessa tipologia di rifiuti), sia per quanto riguarda le responsabilità, dato che una tale mole di rifiuti depositata non può che essere stata effettuata da qualcuno con mezzi adeguati a tale tipo di movimentazione (trattandosi di una stima di 5000 tonnellate di rifiuti).

“La relazione finale di Arpa è una conferma ai nostri sospetti” afferma Matteo Cursio, consigliere comunale del MoVimento 5 Stelle Maranello “di pericolosità di quel terreno, e l’urgenza con la quale è stata depositata una ordinanza urgente con il relativo impegno di spesa di 5.400€ per delimitare in modo sicuro l’area è altrettanto indicativo. Ora restano parecchi dubbi da chiarire, per nulla banali, non si nascondono 5000 tonnellate di rifiuti senza che nessuno sappia nulla della vicenda, e sulle aree limitrofe la questione è ancora aperta”

Area oggetto di sondaggio 1

Area oggetto di sondaggio 1

Dalla Regione (Servizio tecnico di Bacino) al momento non è giunta nessun tipo di risposta in merito a chi abbia affettuato e diretto i lavori di posa delle gabbionate lungo l’argine del tiepido.

Riportiamo la mappa dell’area interessata.

Area oggetto di indagine

Annunci

Read Full Post »