Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2012

 L’estate, si sa, è il momento preferito per effettuare lavori di manutenzione nelle strade. Dopo la chiusura per tre mesi del ponte di Torre Maina, questa settimana rimarrà chiuso il tratto di pedemontana che collega Maranello a Pozza. Risultato: il traffico è congestionato, tempi di percorrenza lunghissimi, inquinamento alle stelle ed alto rischio di incidenti dovuto a manovre non consentite da parte di automobilisti frustrati da questa situazione davvero ai limiti della sostenibilità. Infatti la maggior parte delle aziende chiuderà per ferie la settimana prossima quanto il tratto di Pedemontana chiuso interesserà la zona di Fiorano. Abbiamo quindi assistito ad un lunedi nero dal punto di vista del traffico a Maranello. Le deviazioni consigliate fanno confluire il traffico in una unica strada che non consente un adeguato flusso dei mezzi. Resta il dubbio che non fosse meglio effettuare i lavori a Maranello la prossima settimana anziche questa. Il motivo è semplice: Fiorano ha ben tre strade che garantiscono un buon attraversameno del comune, e la chiusura del tratto di pedemontana in questa settimana probabilmente non avrebbe gravato così tanto sul congestionamento delle strade come invece sta accadendo a Maranello, che ha solo via per Vignola come unico asse di attraversamento tra Sassuolo e Vignola.  Raccomandiamo la massima prudenza perchè la settimana da incubo è appena iniziata…

Annunci

Read Full Post »

Pubblichiamo un articolo tratto dal blog del MoVimento 5 Stelle Piemonte in merito alla destinazione dei contributi elettorali ai terremotati.

Dopo continui aumenti dei rimborsi elettorali che noi, come moltissimi Italiani, riteniamo una truffa ai danni dei cittadini italiani che con un referendum abrogativo nel 1993 avevano soppresso il finanziamento pubblico ai partiti, qualcosa si muove.
Il MoVimento 5 Stelle nel 2010 è stata la prima forza politica a rinunciarvi, finalmente nel 2012 una legge nazionale ne ha deciso almeno il dimezzamento, con 187 voti favorevoli, 17 contrari e 22 astenuti. I rimborsi, nazionali e regionali, vengono portati da un costo annuo complessivo di 182 milioni a 91 milioni. Si liberano risorse per 91 milioni nel 2012 e 74 nel 2013, che verranno destinati ai territori vittime di terremoti ed altri eventi calamitosi a partire dal 1 gennaio 2009, includendo quindi anche i terremotati dell’Aquila.
Nella seduta del 19 luglio, con un odg, ho chiesto ai Gruppi consiliari presenti in Piemonte di sollecitare le rispettive segreterie politiche nazionali a devolvere le spettanze dei relativi rimborsi elettorali regionali ai terremotati, per una somma complessiva di circa 3 milioni di euro (altro…)

Read Full Post »

Ennesimo incidente questa mattina poco dopo le 9.00 nell’area industriale nord di Maranello all’incrocio tra via Castellotti e via Bandini, fortunatamente nessuna conseguenza fisica per le persone coinvolte, ma i danni materiali sono notevoli.
Da una prima ricostruzione sembra che l’Audi, data la poca visibilità offerta dall’incricio, sia avanzata poco più avanti dello stop venendo travolta da un camion cisterna per trasporto carburanti che a sua volta ha impattato contro una centrale elettrica e un auto parcheggiata, terminando la propria corsa abbattendo una colonna in cemento armato.
Purtroppo questo incrocio è spesso teatro di simili incidenti, ci auguriamo che vengano presto attuati i dovuti accorgimenti in grado di prevenire futuri sinistri.

Read Full Post »

E’ online il nuovo numero del Magazine a 5 Stelle di Maranello. Scarica e diffondi!

Read Full Post »

Sempre in tema di raccolta differenziata, pubblichiamo il dossier di Legambiente sui comuni ricicloni 2012 (dossier_ricicloni_2012-6)

I comuni virtuosi italiani che quest’anno si meritano l’appellativo di “Riciclone” sono 1123 e rappresentano 6.820.799 di cittadini. Se a questi aggiungessimo i 3.075.486 degli altri 365 comuni che hanno rispettato l’obiettivo di legge del 60% di raccolta differenziata, arriveremmo a contare quasi 10 milioni di cittadini, col cui contributo, si recuperano materiali da destinare alla produzione di nuovi beni e si abbattono emissioni di gas climalteranti.
L’asticella si è alzata al 65% di raccolta differenziata finalizzata al recupero dei rifiuti raccolti nel corso del 2011: questo, il limite da superare nella XIX edizione del concorso di Legambiente per accedere alle graduatorie dei comuni ricicloni d’Italia. Si tratta dell’obiettivo che la legge italiana (art. 205 del Testo Unico Ambientale) ha previsto per l’anno in corso, ma che la Giuria ha deciso di anticipare per rimarcare che Comuni Ricicloni è un premio all’eccellenza.
Se la soglia minima di raccolta differenziata finalizzata al recupero, è la condizione per essere considerato “riciclone” da Legambiente, la classifica viene determinata dall’Indice di Buona Gestione che rappresenta l’insieme di azioni intraprese
dal comune per governare i rifiuti prodotti dai cittadini: viene considerata la produzione totale di rifiuti pro capite (e quindi le azioni di riduzione), la separazione di rifiuti pericolosi, i metodi di raccolta e l’efficienza del sistema. In poche parole: la sostenibilità ambientale, sociale ed economica del servizio.

L’INDICE DI BUONA GESTIONE
La normativa comunitaria e nazionale indicano come la gestione dei rifiuti urbani in un determinato ambito territoriale debba essere valutata non solo in base alla percentuale di raccolta differenziata, ma considerando anche (altro…)

Read Full Post »

Qualcuno voleva la prova che risparmiare energia in casa non aumenta molto i costi di costruzione e riduce i costi di gestione? E quindi abitare in classe A è per tutti e non per ricchi? Il Comune di Capannori ha deciso di costruire alcuni alloggi di edilizia residenziale pubblica energeticamente efficienti (consumi energetici inferiori ai 23,48kWh/m2) che ha inaugurato il 28 Giugno 2012 ed ha consegnato a 9 famiglie appartenenti alle fasce più deboli della popolazione. Si tratta del primo esempio in Toscana di bioarchitettura applicata alle case in edilizia residenziale pubblica. Per la sua costruzione Erp srl, che si è occupata anche della progettazione, ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Toscana e ha operato su un terreno di proprietà comunale. L’appalto è stato poi aggiudicato per complessivi 680 mila euro. Questa costruzione ha permesso di testare il nuovo regolamento edilizio comunale in cui viene definito un’indice di sostenibilità: un sistema di valutazione degli edifici che tiene conto dei materiali utilizzati o riutilizzati, la riciclabilità dei materiali edili, i consumi energetici, l’isolamento acustico, l’energia da fonti rinnovabili.

L’edificio, disposto su tre piani per una superficie complessiva di 680 metri quadrati, è un vero e proprio esempio virtuoso. Oltre a essere stato costruito in tempi molto rapidi, circa 12 mesi, consuma 24,3 Kwh/m2 anno, cioè meno di un sesto della media delle abitazioni italiane. Due dei nove alloggi sono addirittura in classe A+, con un consumo inferiore a 22 Kwh/m2 anno. Per rendere l’edificio sostenibile sotto il profilo ambientale ed efficiente dal punto di vista energetico è stata realizzata una struttura portante in legno, mentre le pareti esterne sono rivestite con strati multipli di pannelli isolanti in lana di roccia e legno mineralizzato; lo spessore complessivo è di 31 centimetri. Non sono utilizzati materiali nocivi e inquinanti, né solventi chimici o isolanti sintetici. Il complesso edilizio è dotato di impianto di riscaldamento condominiale con caldaia a gas metano a basse emissioni e pannelli solari termici. In ogni alloggio  inoltre  sono stati installati termostati e conta-calorie per consentire la regolazione autonoma della temperatura e la ripartizione delle spese di riscaldamento in base all’effettivo utilizzo. L’acqua calda per usi sanitari è prodotta, per più del 50% del fabbisogno annuo, dai pannelli solari posti sulla copertura. La palazzina è disposta su tre livelli con tre alloggi per piano. Gli appartamenti disposti al piano terreno sono accessibili dall’esterno tramite una rampa esterna, mentre quelli al primo piano e al secondo sono collegati tramite una scala condominiale. Ogni appartamento dispone di un doppio affaccio con orientamento nord-sud per favorire la ventilazione e l’illuminazione. I pavimenti sono realizzati in gres porcellanato, gli infissi sono in pvc con vetri camera a taglio termico e avvolgibili esterni. Un appartamento al piano terra è  realizzato  per i portatori di handicap. Il costo? Circa 135 mila euro ad unità abitativa.

Read Full Post »

Torniamo a parlare di porta a porta, e lo facciamo presentandovi un esempio pratico presentato dalla azienda ASCIT S.p.a. che è incaricata di raccogliere i rifiuti di alcuni comuni toscani tra i quali Capannori (non vi è nuovo questo comune). Ebbene Ascit ha presentato i dati di cinque anni di gestione “porta a porta” dei rifiuti ed i numeri sono piuttosto eloquenti:

  • Riduzione del totale rifiuti del 25%
  • Riduzione dei rifiuti indifferenziati del 59%
  • Percentuale di raccolta differenziata oltre l’82%
  • La produzione pro-capite è scesa a 483Kg/anno pro capite

Ora inizia la sperimentazione della tariffa puntuale, che incentiverà ulteriormente i cittadini a differenziare maggiormente offrendo ulteriori sconti sulla tariffa, che sarà commisurata alla effettiva produzione dei rifiuti da parte dei cittadini.

Vi invitiamo a visionare la presentazione per approfondire cosa significa fare il porta a porta (Porta a porta ASCIT 2012) e continueremo ad insistere su questa strada anche per il nostro territorio.

Read Full Post »

Older Posts »