Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2013

La giornata di ieri rimarrà certamente nella memoria di molti per le modalità con le quali si è presentato. Le previsioni meteo infatti non accennavano a nulla di simile ma prevedevano solo pioggia debole. Invece nel pomeriggio è arrivato un improvviso fronte perturbativo con fortissime raffiche di vento, abbondanti precipitazioni sparse e grandine che ha investito il territorio.

Da questa foto panoramica scattata qualche minuto dopo l’evento, è possibile vedere dall’alto questo fenomeno che da Maranello si stava velocemente spostando verso Vignola.

20130827_182155[1]

Si sono rilevati parecchi allagamenti dei principali sottopassi che hanno rallentato ed in certi casi bloccato la circolazione dei veicoli, alberi sradicati e danni minori ad alcune abitazioni. La polizia municipale è dovuta intervenire per bloccare l’accesso ai sottopassi ed anche i pompieri sono stati chiamati ad intervenire più volte.

Qui è possibile vedere il video della del capannone nel momento in cui è stato scoperchiato

Quello che resta da capire è come verranno recuperate e bonificate le porzioni di copertura di amianto sradicate dal capannone.

Ulteriori immagini saranno disponibili sul telegiornale di ètv-antenna1 oggi alle 13.40 ed alle 20.20

Annunci

Read Full Post »

IMG_2972Pochi minuti fa una violenta tromba d’aria con grandine e pioggia si è abbattuta su Maranello, scoperchiando il capannone (la cui copertura sembra essere in amianto) della ceramica SIMA.

Read Full Post »

polizia municipale

Il Movimento 5 Stelle ha presentato alcune proposte in Commissione Trasporti che sono state accolte dal presidente Meta e che sono entrate sotto forma di emendamento nel “Decreto de Fare”. Tra queste la più interessante riguarda l’applicazione di uno sconto sulle multe pagate subito. Anche il Governo, con il Ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Michele Lupi, si è espresso favorevolmente riguardo a questa norma, proponendo anzi di aumentare lo sconto dal 20 al 30%, ed il comune do Maranello con una nota sul sito (che riportiamo integralmente) ne chiarisce le modalità.

La Polizia Municipale dei Comuni di Formigine, Fiorano, Maranello e Prignano chiarisce le modalità che consentono ai cittadini a cui è stata elevata una contravvenzione di beneficiare delle novità introdotte dalla legge di conversione del cosiddetto “Decreto del Fare” (decreto legge n. 69/2013).
Con tale norma è stato infatti modificato l’articolo 202 del Codice della strada prevedendo la possibilità per il trasgressore, da oggi 21 agosto, di beneficiare per le violazioni stradali di una riduzione del 30% sull’importo dovuto quale pagamento in misura ridotta per le sanzioni amministrative pecuniarie.
Per beneficiare della riduzione sono indispensabili alcune condizioni: il pagamento deve avvenire entro i 5 giorni (anziché entro i 60 giorni) successivi alla contestazione o alla notificazione del verbale; che per tale violazione non sia prevista, in aggiunta alla sanzione pecuniaria, anche la sanzione accessoria della confisca del veicolo (con relativo sequestro dello stesso) oppure della sospensione della patente di guida (con relativo ritiro del documento).
Si ricorda che la riduzione si applica solo sull’importo della sanzione e non sulle spese di notifica.
La riduzione non si applica in caso di presentazione di ricorso al Prefetto o di opposizione al Giudice di Pace.
La possibilità di pagare entro 5 giorni l’importo della contravvenzione decurtato del 30% sarà indicato espressamente dall’agente accertatore sullo stesso verbale consegnato sulla strada al momento della contestazione, oppure sarà indicato sul verbale notificato all’intestatario del veicolo, verbale che indicherà anche le modalità di pagamento.
Nel silenzio della legge le Amministrazioni Comunali hanno deciso di applicare le riduzioni anche ai cosiddetti “preavvisi di accertata violazione alle norme del codice della strada” (i bigliettini gialli che vengono apposti sulle auto in divieto di sosta).
Si potrà pagare in forma agevolata fino all’avvio della procedura di notificazione del verbale relativa allo stesso.
Qualora detta procedura sia già stata avviata è comunque ammesso il pagamento in forma agevolata entro 5 giorni dalla notifica del verbale ma in questo caso il trasgressore dovrà pagare anche le spese di lavorazione e spedizione del verbale calcolate in euro 18,00.
Si precisa quindi che la riduzione può essere richiesta anche da coloro che hanno ricevuto un verbale o un “preavviso” in un momento antecedente la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale per il quale non siano ancora decorsi i prescritti cinque giorni (cioè dalla data del 16 agosto compresa). Ad esempio, per un verbale notificato in data 17 agosto c’è la riduzione solo se si paga entro il 22 agosto, per un verbale notificato in data 18 agosto solo se si paga entro il 23 agosto.
Per maggiori informazioni è comunque possibile contattare il Presidio di Polizia Municipale.

Read Full Post »

tetris
Prende il via lunedì 26 agosto il secondo stralcio dei lavori di qualificazione urbana della piazza antistante il Museo Ferrari Maranello.
Il progetto riguarda un ampio intervento sull’area esterna del Museo Ferrari di Maranello che prevede la creazione di una ampia zona pedonale, aree di accoglienza per bus e navette dei turisti e la realizzazione del nuovo ufficio turistico IAT Terra di Motori: un investimento complessivo da 1 milione di euro, di cui 600 mila stanziati dalla Comunità Europea.

Il primo stralcio dei lavori ha visto la realizzazione della prima parte della “Strada della Storia” dedicata alla Ferrari, alle sue vetture, ai piloti e alle vittorie inaugurata il 22 giugno.

Da lunedì 26 agosto non saranno pertanto più disponibili gli stalli di sosta situati di fronte al Museo Ferrari (sarà area di cantiere); per tutta la durata dei lavori, al fine di soddisfare al meglio le diverse esigenze verrà rimodulata la sosta nel parcheggio posto a nord di via Dino Ferrari adiacente al Parco dei Piloti.

Dal 26 agosto, per 22 posti auto sarà attivo il disco orario (1 ora) mentre per altri 57 posti sarà installato un parcometro per la sosta a pagamento.

La nuova regolamentazione della sosta avrà carattere provvisorio e sperimentale per il periodo 26 agosto 2013 – 28 febbraio 2014.

Questo il sistema tariffario per i 57 posti con parcometro: 1 euro/ora tutti i giorni, dalle 9 alle 13 e dalle 14,30 alle 18.

Le modalità di parcheggio per le altre zone limitrofe al Museo Ferrari resteranno invariate.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’Ufficio Tecnico (tel. 0536/240063).

Fonte:comune di Maranello

Read Full Post »

Con l’obiettivo di migliorare l’esperienza di visita e soggiorno sul territorio, in questi giorni il Comune di Maranello raccoglie l’opinione di residenti, visitatori e turisti, tramite un questionario online i cui risultati potranno permettere di migliorare i servizi offerti.

Il questionario è anonimo e richiede solo pochi minuti per essere compilato: è disponibile, in italiano e in inglese, fino ai primi giorni di settembre al link: http://freeonlinesurveys.com/s.asp?sid=7mntx5frd5q3vft287141.

I risultati saranno resi noti all’interno di un report che il Comune di Maranello pubblicherà e renderà disponibile online.

Il questionario è stato realizzato nell’ambito del progetto Smart Brains – Il valore distintivo della conoscenza, volto a valorizzare, in un contesto regionale, il tessuto economico e turistico di Maranello, quale modello emblematico di incontro tra le dinamiche produttive e di conoscenza di una azienda leader a livello internazionale (Ferrari SpA) e le esigenze di sviluppo di un territorio.

Fonte: Comune di Maranello

Read Full Post »

Code Maranello

Potrebbe sembrare un titolo da cittadina marittima, invece stiamo parlando proprio di Maranello. La chiusura per lavori della pedemontata ha effettivamente stravolto l’ordinarietà della mobilità per l’attraversamento di Maranello. Si registrano code OVUNQUE all’interno del centro di Maranello e di Pozza. La domanda è se non vi era nessun’altra possibilità di creare un disagio minore a chi vive o lavora a Maranello. A tal proposito pubblichiamo una mappa indicativa dove abbiamo personalmente registrato queste code. Difficili risultano anche i percorsi alternativi in quanto la nostra cittadina non dispone di grosse alternative. E non si tratta nemmeno di un caso isolato, infatti l’anno scorso nello stesso periodo si sono registrate le stesse medesime code.

Purtroppo non ci resta che attendere l’arrivo delle vacanze per vedere un potenziale miglioramento della circolazione, anche se riteniamo alcune scelte di viabilità parecchio discutibili.

20130730_191350[1]

Read Full Post »

Maranello_8Marzo

Il 29 aprile 2013 abbiamo inviato le nostre osservazioni alla variante 2013 del PSC (il piano strutturale comunale che definisce il futuro assetto della città di Maranello nei prossimi anni). L’iter prevedeva vari passaggi tra i quali il passaggio in commissione, le controdeduzioni e la votazione finale in consiglio comunale il 30 Luglio 2013 con “scontato” esito favorevole, mentre per quanto riguarda le nostre osservazioni, non sono state approvate. Ma è stata l’occasione per capire molte cose (anche se non tutte) inerenti alle scelte dell’amministazione.

Ma andiamo con ordine. Per maggior chiarezza e trasparenza riporteremo integralmente le nostre osservazioni (M5S) e le controdeduzioni dell’amministrazione (AMM). E’ bene che ogni cittadino legga nel dettaglio perchè qui si parla dei prossimi 15 anni della città di Maranello.

AMM
L’osservazione presentata dal Movimento 5 stelle si caratterizza come richiesta di informazioni o chiarimenti su alcuni punti della variante, oltre che come richiesta di modifica delle scelte effettuate in sede di adozione.
Per poter redigere una controdeduzione, si procedere alla distinzione dei singoli punti dell’osservazione e contestualmente si propone la risposta puntuale.
Si segnala inoltre che nell’osservazione sono presenti alcuni punti caratterizzati da valutazioni sulle scelte effettuate, senza precisare correttamente le modifiche da apportare agli strumenti adottati. In questo caso non si è proceduto con la controdeduzione in quanto non vi è un precisa istanza di variazione.

M5S
Dal punto di vista del consumo di suolo la variante al PSC prevede un incremento del trend di espansione residenziale e di consumo di suolo del 10% rispetto al piano vigente, che comportava anch’esso un ulteriore aumento del 9% sul piano Originario. Il dimensionamento complessivo del Psc oggetto di approvazione è di 1.812 alloggi rispetto ai 1.561 del piano originario ed ai 1.702 del piano vigente. Dei 1.812 alloggi previsti, ben 1.022 sono in aree di nuova espansione (AN) e 415 alloggi dalla riqualificazione dell’esistente (AR).

AMM
La variante al PSC non prevede un incremento di consumo del suolo del 10% come indicato nell’osservazione, anzi riduce di circa 3 ettari (29.989 mq) il territorio urbanizzabile, riportandolo come territorio rurale.
Infatti, la revisione delle scelte insediative consente di poter attuare delle politiche di riqualificazione e densificazione dei suoli già urbanizzati, non andando a consumare nuove aree.
Si segnala che il PSC vigente ha un dimensionamento, in termini di alloggi previsti tra la capacità edificatoria residua del vecchio PRG e quella individuata dal nuovo piano, pari a 1.702 unità. Detto numero, calcolato su un periodo di attuazione delle politiche di piano in un arco temporale di 15 anni, era stato maggiorato del 9% al fine di poter disporre di una capacità edificatoria aggiuntiva per raggiungere effettivamente l’obiettivo del fabbisogno abitativo previsto. Ossia i 1.561 alloggi calcolati in fase di redazione del piano sono diventati 1.702 nella versione approvata.
La variante adottata a febbraio 2013 propone di aumentare la potenzialità edificatoria prevista, al fine di avviare concretamente due grandi interventi di riqualificazione urbana. Il dimensionamento della variante adottata è pertanto di 1.812 alloggi, come descritto in modo dettagliato nella relazione illustrativa.

Variante 6 – Ar2f Cemar
M5S
La riqualificazione di una ex area industriale dismessa come la Cemar è di per se importante per la cittadinanza. Quello che risulta particolarmente difficile da capire è per quale motivo si sia ampliato il perimetro dell’area “Cemar” integrando una porzione di suolo agricolo trasformandolo in suolo urbanizzabile nell’ottica di una eventuale futura espansione. L’area oggetto di riqualificazione è di 49.358 mq alla quale vanno aggiunti ulteriori 9.244 mq di suolo agricolo con un aumento di superficie superiore al 18%.
Inoltre, la percentuale degli alloggi previsti in Classe A è del 60%. Considerata la valorizzazione dell’intervento, si sarebbe potuto richiedere il 100% degli alloggi in classe A come vero e proprio quartiere a bassissimo impatto energetico (Tra l’altro il cartello pubblicitario presso la Cemar pubblicizza il quartiere come esclusivo a classe A).

AMM
La variante al PSC per l’ambito Cemar prevede un incremento della ST del comparto da 40.114 mq a 49.358 mq (+ 9.244 mq) e i restanti 9.493 mq interessati dall’accordo con il privato rimangono territorio rurale.
Le scelte della variante sono state determinate con la proprietà dell’area, in un confronto finalizzato alla definizione delle scelte strategiche di riqualificazione dall’ex-ceramica “Cemar” e inserite in un accordo ai sensi dell’ari 18 L.R. 20/00 e smi.
Nell’accordo e nella variante è indicato come si sia scelto di far coincidere la trasformazione dell’ambito con le aree già interessate dallo stabilimento produttivo o dalle sue urbanizzazioni (reti, piazzali, ecc.).

Variante 7 – Ar2f Torre Oche
M5S
Rispetto alla riqualificazione del comparto Cemar, in questo caso si tratta di un passaggio da “Riqualificazione Ambientale” del PSC originario ad una “Riqualificazione urbanistica” oggetto della variante attuale. Vorremmo capire per quale motivo era stata prevista originariamente una riqualificazione ambientale con ripristino a territorio rurale, per poi passare ad un vero e proprio progetto edificatorio su una superficie di 12.760 mq dei quali 9.222mq sul territorio di Maranello.

AMM
Il piano vigente identificava l’ambito produttivo della ceramica Piemme in località Torre Oche come “Situazione che il PSC definisce incongrua, non compatibile con il territorio rurale.”, in quanto caratterizzato da: “Condizioni critiche, per l’evidente incompatibilità ambientale. Area completamente impermeabilizzata. Indispensabile il collegamento con il PSC di Fiorano, per qualunque decisione riguardante l’ambito”.
Il PSC come orientamento di pianificazione generale indicava “Riqualificazione dell’area previo trasferimento dell’azienda” da attuarsi mediante un intesa con il Comune di Fiorano Modenese.
Il piano vigente prevedeva quindi una potenzialità edificatoria per attività produttive da de-localizzare in altri ambiti, al fine di consentire la prosecuzione dell’attività insediata e al contempo indicava come obiettivo generale la demolizione dei fabbricati presenti e il ripristino di condizioni ambientali di tipo naturalistico. (altro…)

Read Full Post »