Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2017

bocciato

Si è concluso con un nulla di fatto, ma il messaggio è risultato chiaro da parte dell’amministrazione comunale: la tassa di soggiorno resta. Bocciata la proposta del M5S di abolire l’imposta di soggiorno recuperando il mancato gettito (stimato in circa 115.000 euro) là dove si concentra il turismo a Maranello, cioè il museo Ferrari con i suoi 300.000 ingressi annui, introducendo nel contratto di affitto di una percentuale legata agli introiti derivanti dagli ingressi dei visitatori.

Percentuale che a conti fatti” sostiene la consigliera Cionini “avrebbe inciso per non più di 30-40 centesimi sul prezzo del biglietto. Ne consiglieri di maggioranza, ne Sindaco hanno portato reali impedimenti all’accoglimento della nostra proposta

Respinta con motivazioni inaccettabili” interviene il consigliere Dell’Aversano ”caricarla sul costo del biglietto del museo per i consiglieri di maggioranza è inammissibile, ma qualcuno si è spinto anche oltre, dicendo che dovrebbe essere estesa ai noleggiatori e ristoranti! È vero che la Ferrari sta effettuando interventi sulla struttura del museo per ampliarlo, ma è anche vero che sarà la prima a beneficiarne.

Si è trattata di una scelta politica” aggiunge il consigliere Cursio “visti gli investimenti fatti sul territorio, probabilmente la Ferrari non va disturbata, nemmeno con una proposta di questo tipo. Quando manca la volontà politica si può fare ben poco.

Annunci

Read Full Post »

20170118_-866055982.jpg

Abolire l’imposta di soggiorno, questo il nostro obiettivo – dichiara il gruppo del M5S -, compensando il mancato gettito, circa 115 mila euro, introducendo nel contratto di affitto del Museo Ferrari una percentuale legata agli introiti derivanti dagli ingressi dei visitatori.

L’atipicità del turismo sul nostro territorio è evidente, la maggior parte dei turisti non rimane più di un giorno ma viene a Maranello quasi esclusivamente per visitare il Museo. Questa anomalia – prosegue il consigliere Cursio – si riflette sui lavoratori trasfertisti che soggiornano a Maranello, sono per la maggior parte loro a riempire gli alberghi e a pagare l’imposta di soggiorno, una tassa che, anche se indirettamente, si somma alle già alte e altre tasse sul lavoro.

Un’imposta istituita frettolosamente nel 2012 – sottolinea la consigliera Cionini – tanto da non prevedere l’esenzione per i portatori di handicap, esenzione inserita solo a seguito della nostra proposta. Approfondendo l’argomento e confrontandoci con alcuni albergatori sono emerse diverse criticità, da qui l’idea di abolire questa tassa e di recuperare l’importo mancante dai visitatori del museo, che sono i reali turisti di Maranello, incidendo secondo le nostre stime per circa 30-40 centesimi sul prezzo del biglietto.

La nostra proposta – conclude il capogruppo Dell’Aversano – verrà discussa e votata nel consiglio comunale di martedì 24 gennaio, nel quale ci auguriamo venga approvata, al fine di sgravare gli albergatori dall’obbligo di riscossione (che impegna loro tempo e risorse), rendendo più competitive le strutture ricettive del nostro territorio, dato che nei comuni limitrofi questa imposta non è presente ed applicando una forma di prelievo di carattere generalista, che si rivolga all’intera platea di coloro che visitano il nostro territorio per turismo e non per lavoro.

Read Full Post »

Dopo le delibere emesse dal comune di Maranello ed il passaparola, alcuni cittadini già erano al corrente che erano in via di installazione due nuove postazioni di autovelox fissi sulla Pedemontana,  ma quando sono stati installati si è scatenato il dibattito sui social, soprattutto per un limite di velocità di 50km/h impresso su una delle due postazioni, quando in teoria il limite sarebbe dei 70km/h.

Chi ha chiesto spiegazioni in comune ha ricevuto risposta che il limite sarà di 70km/h ma tra gli automobilisti si è scatenato il panico: vista la non chiara situazione, parecchi automobilisti hanno iniziato a rallentare vistosamente creando molteplici disagi e le situazioni di pericolo. È notizia di questi minuti che sia scaturito anche un tamponamento tra tre autoveicoli.

La situazione risulta comunque pericolosa in quanto questa poca chiarezza nella segnaletica sta creando non pochi problemi. Si raccomanda la massima prudenza. Le postazioni fisse sono bidirezionali e sono situate al chilometro 31 e al chilometro 28, uno davanti al distributore di metano e l’altro poco prima del ponte della giardini  (direzione fiorano).

Read Full Post »