Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2013

Riportiamo un articolo direttamente dal sito del Wwf:

fotovoltaico1Un nuovo studio del WWF, presentato al World Future Energy Summit  a Dubai, dimostra che se anche tutta l’elettricità dovesse essere generata unicamente con il fotovoltaico questo occuperebbe, contrariamente a quanto si pensa, un ammontare insignificante della superficie totale del suolo.

Lo studio WWF “L’atlante del Fotovoltaico” (Solar PV Atlas),  redatto in collaborazione con tre aziende del settore fotovoltaico (First Solar, 3TIER e Fresh Generation)  dimostra attraverso sette casi – in sei Paesi e una regione: Indonesia, Madagascar, Messico, Marocco, Sud Africa, Turchia, e lo stato indiano del Madhya Pradesh – che basterebbe meno dell’1% della superficie globale del suolo per soddisfare il totale della domanda di energia elettrica prevista nel 2050, anche se si generasse elettricità esclusivamente tramite energia fotovoltaica. Le regioni in questione rappresentano (altro…)

Read Full Post »

tsunami_tour2

Beppe Grillo e lo Tsunami Tour arriva anche a Modena, sabato 2 febbraio ore 20:00 in Piazza Grande!!!

Sarà un’occasione imperdibile per ritrovarsi tutti insieme, scambiare due chiacchiere, conoscere alcuni nostri candidati e assistere all’intervento di Grillo.

PORTATE TUTTA LA VOSTRA ENERGIA E VOGLIA DI CAMBIAMENTO!

Per banchetti ed eventi nella provincia modenese e altre informazioni trovate tutto sul MeetUp

L’evento Tsunami Tour è presente anche su Facebook cliccando QUI

Oltre a invitarvi tutti a partecipare vi invitiamo anche a diffondere e promuovere l’evento, è un gesto che non costa nulla ma rende molto!

Ci vediamo in Piazza Grande e in Parlamento, SARA’ UN PIACERE!

Read Full Post »

IMG_1566La commissione Ambiente (ENVI) del Parlamento europeo, nella seduta del 28 novembre 2012 ha discusso e votato il dossier Minacce alla salute legate all’amianto e prospettive di abolizione totale di tutto l’asbesto esistente. La relazione sarà votata dalla commissione Occupazione e affari sociali (EMPL) il 24 gennaio 2013.

Di seguito elenchiamo i punti chiave del documento emendato.

Il testo è stato approvato con 49 voti favorevoli e un solo contrario. Molti gli emendamenti nell’ultima lettura. Prima importante proposta di modifica accettata riguarda il titolo stesso del documento che in origine citava Minacce alla salute dei lavoratori dovute all’amianto e ora è diventato Minacce per la salute legate all’amianto.  La commissione ha quindi ritenuto di primaria importanza comunicare che  la tutela dall’amianto deve essere generale, riguardare tutti i  cittadini e tutti gli ambienti e non solo lavoratori e ambienti di  lavoro.

Il dossier propone di accettare il termine del 2023, già individuato dai sindacati, quale data della messa a bando totale dell’amianto in tutta la Unione Europea.

Si invitano commissione e Stati membri ad (altro…)

Read Full Post »

pampersVi siete mai chiesti dove vanno a finire tutti i pannolini sporchi ‘usa e getta’? Prima vengono gettati nel bidone del secco indifferenziato e, poi, inviati agli inceneritori oppure seppelliti nelle discariche. Si calcola che i pannolini usati rappresentano, infatti, il 3% dei 32 milioni di tonnellate di rifiuti prodotti ogni anno in Italia, con conseguenze devastanti sull’ambiente. L’ideale sarebbe utilizzare i pannolini lavabili, lo sappiamo bene, e smettere di produrre i pannolini ‘usa e getta’. Ma, dal momento che una grossa parte della popolazione non riesce proprio a farne a meno, un’azienda italiana ha cercato di trovare una soluzione al problema. E ci è riuscita.

La soluzione innovativa a questo problema dall’enorme e devastante impatto ambientale nasce a Vedelago (Treviso) ed è destinata a fare scuola a livello globale. E’ infatti stato installato il primo impianto al mondo per il riciclo 100% dei pannolini sporchi, presso il “Centro Riciclo Vedelago”. E non poteva essere altrimenti: il “Centro Riciclo Vedelago s.r.l.” (CRV) è un impianto di stoccaggio e di selezione dei rifiuti all’avanguardia e conosciuto in tutto il mondo.

Si tratta di una tecnologia del tutto inedita e di un investimento da circa 5 milioni di euro, che è stato sostenuto dal CRV in partnership tecnologica con la Fater SpA, azienda italiana produttrice di (altro…)

Read Full Post »

M5S“Il voto al M5S è un voto di protesta” questa è la frase con cui che sempre più spesso politici e partiti etichettano il M5S. Fortunatamente non è così e i fatti lo dimostrano chiaramente.

Il M5S è coerenza tra quello che dice e quello che fa:
– vogliamo l’abolizione delle province, quindi semplicemente non ci candidiamo alle elezioni provinciali

– vogliamo abolire il rimborso elettorale, abbiamo rifiutato e rifiuteremo sempre i rimborsi elettorali

– la poltrona non è per sempre, nel M5S massimo due mandati per cariche elettive

– riduzione indennità e eliminazione privilegi, gli eletti del M5S si autoriducono lo stipendio e rifiutano i privilegi

– non eleggibilità a cariche pubbliche per i condannati, i candidati del M5S sono incensurati

Chi vota il M5S vota per la partecipazione diretta dei cittadini, vota per una condivisione sempre maggiore nelle scelte per il nostro paese e territorio, vota per un cambio radicale sia politico che culturale.

Se questa è protesta, ci auguriamo che anche i partiti e i politici inizino presto a protestare…

A tutti quei politici che fanno gli inviti “A non disperdere il voto” per mantenere il proprio status quo ricordiamo che il voto è già stato disperso a sufficierza negli ultimi 20 anni. Oggi è giustamente necessario non disperdere il proprio voto nei vecchi partiti e nei rimpasti di convenienza fatti di false promesse pre-elettorali. Ovunque si sia instaurato il MoVimento 5 Stelle come a Parma o Mira è visibile a tutti il lavoro che stiamo portando avanti e se le promesse fatte sono state o meno mantenute.

MoVimento 5 Stelle Maranello

Read Full Post »

Magazine 5 stelle 7E’ online il nuovo numero del Magazine a 5 Stelle di Maranello. Scarica e diffondi!

Read Full Post »

Traffico Maranello_20120731_1Con delibera di giunta numero n.173 del 18/12/2012 il comune di maranello ha deliberato di non aderire all’accordo di programma 2012-2015 per la qualità dell’aria.

Questo “Accordo di programma 2012-2015” prevede che gli enti aderenti adottino nelle aree urbane, nel periodo compreso tra ottobre e marzo, specifiche ordinanze di limitazione della circolazione dei veicoli e nelle giornate non festive dal lunedì al venerdì nella fascia oraria 8.30-18.30. Tali ordinanze devono inoltre prevedere limitazioni maggiormente restrittive nelle giornate del giovedì e ogni prima domenica del mese, in quanto il divieto di circolazione deve riguardare non soltanto gli autoveicoli benzina e diesel pre-Euro e gli autoveicoli diesel Euro 1 e Euro 2, i ciclomotori e motocicli pre-euro, ma deve essere esteso anche agli autoveicoli benzina Euro 1, Euro 2, Euro 3, agli autoveicoli diesel Euro 3, non dotati di sistemi di riduzione della massa di particolato, e ai ciclomotori e motocicli Euro 1;
Inoltre i Comuni aderenti devono prevedere anche ulteriori misure di emergenza in caso di superamento per più di sette giorni consecutivi del valore limite giornaliero per il PM10. I Comuni con meno di 50.000 abitanti possono valutare di aderire o meno all’Accordo, ma da ora senza la possibilità di escludere l’applicazione di alcuni punti dello stesso. Il comune di Maranello ritiene che contenga misure non applicabili interamente alla realtà e alle caratteristiche del territorio comunale ed ha scelto di non aderire a questo accordo, pur mantenendo una serie di limitazioni per la circolazione con minori restrizioni come visibile da questa comunicazione.

Altra notizia rilevante è che in base alla riorganizzazione della rete provinciale della qualità dell’aria, la centralina di monitoraggio fissa presente a Maranello sarà dismessa da gennaio 2013, quindi faranno fede i dati delle centraline posizionate nei comuni limitrofi .

Ma com’è andato l’inquinamento a gennaio 2012? Dal report arpa si denota che i giorni di sforamento del limite sono stati ben 19 (vedi report), segno che l’inquinamento ed il traffico veicolare restano sempre un bel problema nel nostro territorio. La situazione attuale del nostro territorio e le relative previsioni sono disponibili sul sito “La mia Aria” (Vedi link).

Read Full Post »

Sito Unione dei comuni

Nonostante sia già passato più di un anno e mezzo dal primo consiglio, al momento il sito dell’unione dei comuni di Fiorano modenese, Formigine, Maranello, Sassuolo e Prignano ancora stenta a decollare. Non sono presenti News, non sono ancora state realizzate le pagine di dettaglio della giunta e del consiglio, mancano ancora i contenuti nella sezione trasparenza e progetti. Gli unici contenuti visualizzabili sono  quelli nell’albo presenti sul sito del comune di Formigine che riporta tutte le determinazioni dirigenziali del 2012.

Queste sono state le dichiarazioni del sindaco di Sassuolo Caselli il 14 giugno 2011, al termine della prima seduta di consiglio:

Questo Consiglio non è una sovrastruttura che aggiunge costi, ma una realtà destinata a produrre grandi risultati in termini di efficienza e produttività nell’interesse del distretto. Questa Unione nasce per proporre e realizzare progetti e servizi per lo sviluppo sociale ed economico del distretto. Se non lo fa, si scioglie. Farla funzionare bene dipende da noi e dal grado con cui sapremo snellire la burocrazia, unificare servizi con alti standard di qualità, e regolamenti comunali. Sogno un territorio dove a distanza di due chilometri i cittadini non abbiano a che fare con regolamenti comunali diversi. Sogno una Unione sempre più grande che un domani potrebbe coinvolgere anche i comuni della montagna. Ci aspettano tante sfide, non ultima quella energetica. Vorrei che questo giorno diventasse un giorno storico e sono certo che lo diventerà solo se questa Unione saprà fare grandi cose”.

Dopo un anno e mezzo risulta difficile fare una valutazione di quanto svolto, manca ancora la pubblicazione della pianificazione dei consigli e di tutti gli eventi riguardanti il distretto. Il 28/11/2012 a fiorano si è riunito l’ultimo consiglio del distretto e dei 32 consiglieri totali, ben 13 erano assenti. Abbiamo richiesto informazioni sulle tempistiche di completamento del sito anche in ottica di trasparenza verso i cittadini, che ad oggi vedono solo una scatola vuota. Vi terremo informati. Nel frattempo se volete consultare il sito dell’unione lo trovate a questo link e l’albo è consultabile direttamente a questo link.

Read Full Post »

CapannoriDa mercoledì 2 gennaio entra in vigore su tutto il territorio comunale un sistema di calcolo della bolletta dei rifiuti più preciso e più equo: la Tia Puntuale.

Capannori è il primo Comune ad adottare questo sistema in provincia di Lucca e tra i primi in Toscana. Una vera e propria rivoluzione che interesserà 18.610 utenze domestiche e 2.650 utenze non domestiche. Un altro importante passo avanti che l’amministrazione comunale compie verso Rifiuti Zero.

La Tia puntuale permetterà ai cittadini che producono meno rifiuti non differenziabili di avere una bolletta più leggera. In pratica sarà applicato un sistema di calcolo della bolletta basato sul numero di ritiri dei sacchi di colore grigio che contengono i rifiuti  non riciclabili. I sacchi grigi sono dotati di una etichetta adesiva contenente un Tag con all’interno un chip al quale è associato il codice utente che sarà letto con apposito dispositivo installato sul mezzo utilizzato per la raccolta.  Il lettore registrerà il codice del microchip, la data e l’ora del ritiro, il veicolo e l’operatore in servizio.

Con questo sistema ogni famiglia, alla quale è stato consegnato un Kit di 26 sacchi grigi e materiale informativo, sarà incentivata a selezionare i materiali riciclabili in modo da ridurre al minimo la quantità dei rifiuti residui da smaltire. Coloro che esporranno i rifiuti meno di una volta a settimana, anziché una come avviene adesso, si vedranno applicare una riduzione in bolletta. Un modo quindi anche per premiare le famiglie virtuose.

Per l’amministrazione comunale sono due gli obiettivi principali della tia puntuale, oltre alle riduzioni in bolletta: l’incremento della percentuale di differenziazione dei rifiuti (pari all’82% secondo gli ultimi dati certificati autunno dalla Regione Toscana) e l’aumento dell’efficienza della raccolta da parte di Ascit.

Nelle 8 frazioni della zona sud, Guamo, Coselli, Badia di Cantignano, Vorno, Verciano, Massa Macinaia, Toringo e Parezzana dove il nuovo  sistema è partito in via sperimentale dallo scorso 1° gennaio, la percentuale di raccolta differenziata ha superato il 90%: un risultato davvero molto positivo.

L’entrata in vigore della  Tia Puntuale è stata preceduta da una ventina di assemblee pubbliche  promosse sul territorio da Comune e Ascit per informare tutti i cittadini sul funzionamento del nuovo sistema.

Fonte: comunivirtuosi.org

Read Full Post »

Bilancio Partecipativo CapannoriIl 27/12 abbiamo fatto un incontro con l’assessore alla partecipazione Montone e l’assessore al bilancio Morini dell’amministrazione di Maranello in merito alla nostra proposta di poter implementare anche a maranello il bilancio partecipato, ma andiamo con ordine.

Cosa è il Bilancio Partecipato?

E’ una forma di partecipazione diretta dei cittadini alla vita della propria città (democrazia diretta) consistente nell’assegnare una quota di bilancio dell’Ente locale alla gestione diretta dei cittadini, che vengono così messi in grado di interagire e dialogare in modo più diretto con le scelte delle Amministrazioni per modificarle o proporre alternative a proprio beneficio.

Come è sviluppato?

Questo dipende da comune a comune. Non esiste una unica metodologia, ma un unico fine: quello di aumentare la partecipazione diretta della cittadinanza, pertanto ci risulta difficile oggi definire una metodologia certa. Possiamo però trarre molti spunti ad esempio dal comune di Capannnori, che ha scelto una metodologia rappresentata in figura  ed adattarla ad una realtà come la nostra, dove principalmente a fronte della definizione di un budget sugli investimenti sono stati estratti 80 cittadini suddivisi in 4 gruppi da

Come ha risposto l’amministrazione di Maranello alla proposta di implementazione di un bilancio partecipato?

In modo molto positivo. Ovviamente dovrannno seguire degli approfondimenti per capire nel dettaglio le possibilità, le metodologie e gli eventuali bandi regionali/europei a disposizione per una attività di questo tipo, però questa iniziativa ha suscitato un ottimo livello di interesse e questo ci fa particolarmente piacere in quanto da sempre riteniamo fondamentale per una buona politica tutte le iniziative possibili per fornire alla cittadinanza gli strumenti di democrazia diretta e di maggior consapevolezza della cosa pubblica. Stiamo comunque parlando di un primissimo incontro dove abbiamo discusso la nostra proposta e gli eventuali scenari, ma i presupposti sono davvero buoni

Quali saranno i prossimi passi?

L’amministrazione si è impegnata ad informarsi presso il comune di Capannnori sui dettagli operativi utilizzati per il bilancio partecipato e a verificare i bandi disponibili per queta attività. Noi del MoVimento 5 Stelle ci siamo resi disponibili a collaborare al progetto e stiamo verificando anche altre fonti per attingere maggiori informazioni in merito ad un progetto più dettagliato. Vi terremo informati sullo sviluppo di questa proposta!

Read Full Post »

15 Anni Conai

1997/2012: come eravamo, come siamo. E’ questo l’obiettivo del libro “15”, realizzato per CONAI, Consorzio Nazionale Imballaggi, in occasione del quindicesimo anno di attività. Nato nel 1997 sulla base del “Decreto Ronchi”, il Consorzio si occupa di garantire il raggiungimento degli obiettivi di riciclo e recupero dei rifiuti di imballaggio di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro. Il testo del libro è curato da Sergio Luciano, già direttore di Panorama – testata con la quale ora collabora come columnist – e da Alessandra Gerli, nota giornalista del panorama editoriale italiano e pubblicato da Electa.
Attraverso una rilettura originale, il testo ripercorre alcuni degli avvenimenti che in questi anni hanno contribuito a modificare il nostro modo di comunicare, spostarci, vivere il tempo libero, relazionarci con gli altri. La stessa scelta dei titoli dei capitoli svela allo stesso tempo uno stile moderno e leggero e un approccio unitario all’insegna dell’ambiente: la rivoluzione nei cassonetti (capitolo ambiente), rifiuti d’autore (design), marcia ad emissioni zero (mobilità), think green (comunicazione) e missione Eco 2.0 (tecnologia).
Il racconto ripercorre il cambiamento avvenuto in questi quindici anni tra eccellenze e debolezze, ma sempre in chiave migliorativa. Si snoda attraverso una cronistoria commentata, un foto racconto sull’eco-lifestyle del nostro Paese e interviste ad alcuni protagonisti di questa storia: si inizia da Edo Ronchi, “padre” della legge di riordino in materia ambientale del 1997 che prevede, tra l’altro, anche la costituzione del Conai e si procede con Paolo Pininfarina per  il mercato della mobilità, Luisa Bocchietto per il design, Lorenzo Sassoli De Bianchiper la comunicazione e Andrea Granelli per la tecnologia.
La parte del libro dedicata a CONAI, più che un capitolo rappresenta un’ulteriore chiave di lettura del testo. Nei suoi primi 15 anni di vita, il sistema consortile ha contribuito allo sviluppo della raccolta differenziata e della valorizzazione dei rifiuti di imballaggio a livello nazionale e, grazie all’attività svolta sul territorio con i Comuni in base all’Accordo ANCI-CONAI ha permesso di ridurre la quantità di rifiuti di imballaggio avviata in discarica: oggi 3 imballaggi su 4 di quelli immessi al consumo sono recuperati, erano 1 su 3 nel 1998.
Chi si immerge nella lettura di “15” si imbatte in tante piccole curiosità: dallo studio per un carburante per aerei realizzato dalle alghe marine, al primo prototipo di auto elettrica prodotto da General Motors nel lontano 1997 (la EV1), dalle sedie di plastica riciclata eterogenee di Bär & Knell (sempre del 1997), alla nascita di Google dal termine Googol il termine matematico che rappresenta il numero 1 seguito da 100 “0”, per arrivare a “Think different” (1997), la campagna pubblicitaria di Apple con John Lennon e Yoko Ono che campeggia nelle città americane, perché anche un messaggio pubblicitario può cambiare le nostre vite.

I contenuti del libro, che CONAI ha voluto rendere disponibile anche in versione e-book, sono scaricabili dal sito www.conai15.org o direttamente a questo link.

Fonte: Comunivituosi.Org

Read Full Post »

Ringraziando tutti coloro che sono venuti a firmare in comune, comunichiamo che la raccolta firme per sottoscrivere la presentazione delle liste del M5S alle elezioni politiche 2013 è conclusa. Il numero di firme raccolte in Emilia Romagna è ampiamente sufficiente. Grazie a tutti!

Read Full Post »