Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2013

Riportiamo un articolo direttamente dal sito del Wwf:

fotovoltaico1Un nuovo studio del WWF, presentato al World Future Energy Summit  a Dubai, dimostra che se anche tutta l’elettricità dovesse essere generata unicamente con il fotovoltaico questo occuperebbe, contrariamente a quanto si pensa, un ammontare insignificante della superficie totale del suolo.

Lo studio WWF “L’atlante del Fotovoltaico” (Solar PV Atlas),  redatto in collaborazione con tre aziende del settore fotovoltaico (First Solar, 3TIER e Fresh Generation)  dimostra attraverso sette casi – in sei Paesi e una regione: Indonesia, Madagascar, Messico, Marocco, Sud Africa, Turchia, e lo stato indiano del Madhya Pradesh – che basterebbe meno dell’1% della superficie globale del suolo per soddisfare il totale della domanda di energia elettrica prevista nel 2050, anche se si generasse elettricità esclusivamente tramite energia fotovoltaica. Le regioni in questione rappresentano (altro…)

Annunci

Read Full Post »

tsunami_tour2

Beppe Grillo e lo Tsunami Tour arriva anche a Modena, sabato 2 febbraio ore 20:00 in Piazza Grande!!!

Sarà un’occasione imperdibile per ritrovarsi tutti insieme, scambiare due chiacchiere, conoscere alcuni nostri candidati e assistere all’intervento di Grillo.

PORTATE TUTTA LA VOSTRA ENERGIA E VOGLIA DI CAMBIAMENTO!

Per banchetti ed eventi nella provincia modenese e altre informazioni trovate tutto sul MeetUp

L’evento Tsunami Tour è presente anche su Facebook cliccando QUI

Oltre a invitarvi tutti a partecipare vi invitiamo anche a diffondere e promuovere l’evento, è un gesto che non costa nulla ma rende molto!

Ci vediamo in Piazza Grande e in Parlamento, SARA’ UN PIACERE!

Read Full Post »

IMG_1566La commissione Ambiente (ENVI) del Parlamento europeo, nella seduta del 28 novembre 2012 ha discusso e votato il dossier Minacce alla salute legate all’amianto e prospettive di abolizione totale di tutto l’asbesto esistente. La relazione sarà votata dalla commissione Occupazione e affari sociali (EMPL) il 24 gennaio 2013.

Di seguito elenchiamo i punti chiave del documento emendato.

Il testo è stato approvato con 49 voti favorevoli e un solo contrario. Molti gli emendamenti nell’ultima lettura. Prima importante proposta di modifica accettata riguarda il titolo stesso del documento che in origine citava Minacce alla salute dei lavoratori dovute all’amianto e ora è diventato Minacce per la salute legate all’amianto.  La commissione ha quindi ritenuto di primaria importanza comunicare che  la tutela dall’amianto deve essere generale, riguardare tutti i  cittadini e tutti gli ambienti e non solo lavoratori e ambienti di  lavoro.

Il dossier propone di accettare il termine del 2023, già individuato dai sindacati, quale data della messa a bando totale dell’amianto in tutta la Unione Europea.

Si invitano commissione e Stati membri ad (altro…)

Read Full Post »

pampersVi siete mai chiesti dove vanno a finire tutti i pannolini sporchi ‘usa e getta’? Prima vengono gettati nel bidone del secco indifferenziato e, poi, inviati agli inceneritori oppure seppelliti nelle discariche. Si calcola che i pannolini usati rappresentano, infatti, il 3% dei 32 milioni di tonnellate di rifiuti prodotti ogni anno in Italia, con conseguenze devastanti sull’ambiente. L’ideale sarebbe utilizzare i pannolini lavabili, lo sappiamo bene, e smettere di produrre i pannolini ‘usa e getta’. Ma, dal momento che una grossa parte della popolazione non riesce proprio a farne a meno, un’azienda italiana ha cercato di trovare una soluzione al problema. E ci è riuscita.

La soluzione innovativa a questo problema dall’enorme e devastante impatto ambientale nasce a Vedelago (Treviso) ed è destinata a fare scuola a livello globale. E’ infatti stato installato il primo impianto al mondo per il riciclo 100% dei pannolini sporchi, presso il “Centro Riciclo Vedelago”. E non poteva essere altrimenti: il “Centro Riciclo Vedelago s.r.l.” (CRV) è un impianto di stoccaggio e di selezione dei rifiuti all’avanguardia e conosciuto in tutto il mondo.

Si tratta di una tecnologia del tutto inedita e di un investimento da circa 5 milioni di euro, che è stato sostenuto dal CRV in partnership tecnologica con la Fater SpA, azienda italiana produttrice di (altro…)

Read Full Post »

M5S“Il voto al M5S è un voto di protesta” questa è la frase con cui che sempre più spesso politici e partiti etichettano il M5S. Fortunatamente non è così e i fatti lo dimostrano chiaramente.

Il M5S è coerenza tra quello che dice e quello che fa:
– vogliamo l’abolizione delle province, quindi semplicemente non ci candidiamo alle elezioni provinciali

– vogliamo abolire il rimborso elettorale, abbiamo rifiutato e rifiuteremo sempre i rimborsi elettorali

– la poltrona non è per sempre, nel M5S massimo due mandati per cariche elettive

– riduzione indennità e eliminazione privilegi, gli eletti del M5S si autoriducono lo stipendio e rifiutano i privilegi

– non eleggibilità a cariche pubbliche per i condannati, i candidati del M5S sono incensurati

Chi vota il M5S vota per la partecipazione diretta dei cittadini, vota per una condivisione sempre maggiore nelle scelte per il nostro paese e territorio, vota per un cambio radicale sia politico che culturale.

Se questa è protesta, ci auguriamo che anche i partiti e i politici inizino presto a protestare…

A tutti quei politici che fanno gli inviti “A non disperdere il voto” per mantenere il proprio status quo ricordiamo che il voto è già stato disperso a sufficierza negli ultimi 20 anni. Oggi è giustamente necessario non disperdere il proprio voto nei vecchi partiti e nei rimpasti di convenienza fatti di false promesse pre-elettorali. Ovunque si sia instaurato il MoVimento 5 Stelle come a Parma o Mira è visibile a tutti il lavoro che stiamo portando avanti e se le promesse fatte sono state o meno mantenute.

MoVimento 5 Stelle Maranello

Read Full Post »

Magazine 5 stelle 7E’ online il nuovo numero del Magazine a 5 Stelle di Maranello. Scarica e diffondi!

Read Full Post »

Traffico Maranello_20120731_1Con delibera di giunta numero n.173 del 18/12/2012 il comune di maranello ha deliberato di non aderire all’accordo di programma 2012-2015 per la qualità dell’aria.

Questo “Accordo di programma 2012-2015” prevede che gli enti aderenti adottino nelle aree urbane, nel periodo compreso tra ottobre e marzo, specifiche ordinanze di limitazione della circolazione dei veicoli e nelle giornate non festive dal lunedì al venerdì nella fascia oraria 8.30-18.30. Tali ordinanze devono inoltre prevedere limitazioni maggiormente restrittive nelle giornate del giovedì e ogni prima domenica del mese, in quanto il divieto di circolazione deve riguardare non soltanto gli autoveicoli benzina e diesel pre-Euro e gli autoveicoli diesel Euro 1 e Euro 2, i ciclomotori e motocicli pre-euro, ma deve essere esteso anche agli autoveicoli benzina Euro 1, Euro 2, Euro 3, agli autoveicoli diesel Euro 3, non dotati di sistemi di riduzione della massa di particolato, e ai ciclomotori e motocicli Euro 1;
Inoltre i Comuni aderenti devono prevedere anche ulteriori misure di emergenza in caso di superamento per più di sette giorni consecutivi del valore limite giornaliero per il PM10. I Comuni con meno di 50.000 abitanti possono valutare di aderire o meno all’Accordo, ma da ora senza la possibilità di escludere l’applicazione di alcuni punti dello stesso. Il comune di Maranello ritiene che contenga misure non applicabili interamente alla realtà e alle caratteristiche del territorio comunale ed ha scelto di non aderire a questo accordo, pur mantenendo una serie di limitazioni per la circolazione con minori restrizioni come visibile da questa comunicazione.

Altra notizia rilevante è che in base alla riorganizzazione della rete provinciale della qualità dell’aria, la centralina di monitoraggio fissa presente a Maranello sarà dismessa da gennaio 2013, quindi faranno fede i dati delle centraline posizionate nei comuni limitrofi .

Ma com’è andato l’inquinamento a gennaio 2012? Dal report arpa si denota che i giorni di sforamento del limite sono stati ben 19 (vedi report), segno che l’inquinamento ed il traffico veicolare restano sempre un bel problema nel nostro territorio. La situazione attuale del nostro territorio e le relative previsioni sono disponibili sul sito “La mia Aria” (Vedi link).

Read Full Post »

Older Posts »