Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2012

Nemmeno il tempo di pubblicare la “Mappa dell’Amianto” del territorio maranellese e già gli eventi ci dimostrano quanto possa essere rischioso avere una tale massa di amianto nei nostri territori. Segnaliamo l’articolo del fatto quotidiano in merito all’emergenza amianto che si aggiunge all’emergenza terremoto nelle zone della bassa modenese, bolognese e ferrarese. Parecchi capannoni con coperture in amianto sono infatti crollati liberando fibre nell’aria. Anche il recupero e la bonifica delle coperture diventa piuttosto rischioso. E’ la dimostrazione che si tratta di un problema da non sottovalutare perchè l’impatto ambientale è notevole ed il rischio sulla salute è davvero alto.

Annunci

Read Full Post »

Il Movimento 5 Stelle è vicino alle vittime del sisma che ha colpito l’Emilia Romagna, ed in particolare alle province di Modena, Ferrara e Bologna.
Siamo solidali con la popolazione e vogliamo dare una mano concreta per la prima emergenza e la ricostruzione: per questo il gruppo consiliare regionale del M5S ha aperto un conto corrente sul quale chiunque lo desideri potrà versare una cifra, anche simbolica, a sostegno della popolazione afflitta dal terremoto. Sul conto verrà versato anche l’intero importo degli extra-stipendi di maggio dei due consiglieri regionali del M5S.

IBAN: IT 76 N 02008 02460 000102085251
BIC: UNCRITM1NT6
Beneficiario: Movimento 5 Stelle-Beppegrillo.it Emilia-Romagna
Causale: Aiuto alle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia-Romagna

E’ garantita la massima trasparenza e informazione utili per la determinazione degli interventi da sostenere. Ai cittadini verrà chiesto come ritengano sia meglio investire i fondi raccolti, per le esigenze della popolazione, garantendo che si farà molta attenzione a non avere sprechi.

Scarica l’estratto conto delle donazioni:
Resoconto aggiornato al 25/05/2012 ore 16:00     9.429 €
Resoconto aggiornato al 29/05/2012 ore 16:00   25.389 €
Resoconto aggiornato al 31/05/2012 ore 16:00   39.215 €
Resoconto aggiornato al 04/06/2012 ore 15:00   57.134 €
Resoconto aggiornato al 06/06/2012 ore 16:00   69.963 € 
Resoconto aggiornato al 08/06/2012 ore 15:00   75.755 €
Resoconto aggiornato al 12/06/2012 ore 10:00   78.935 €
Resoconto aggiornato al 14/06/2012 ore 12:00   83.516 €
Resoconto aggiornato al 18/06/2012 ore 17:00   85.305 €
Resoconto aggiornato al 21/06/2012 ore 15:00   86.576 €
Resoconto aggiornato al 27/06/2012 ore 17:00   88.096 €
Resoconto aggiornato al 03/07/2012 ore 11:00   89.039 €
Resoconto aggiornato al 09/07/2012 ore 10:00   90.633 €
Resoconto aggiornato al 18/07/2012 ore 11:00   94.133 €

Read Full Post »

Come consuetudine da parecchi anni, giugno sarà il mese degli eventi che animano il nostro territorio. E’ infatti uscito il programma delle manifestazioni del giugno Maranellese. Moltissimi gli appuntamenti di carattere sportivo, culturale e di spettacolo.

Ma finalmente vediamo qualcosa di diverso rispetto agli altri anni: l’ecofesta. Il Comune di Maranello e Hera hanno infatti approvato un protocollo di intesa attraverso cui sviluppare diverse azioni per lo svolgimento di feste ed iniziative secondo criteri di ecosostenibilita’. Per gli eventi del ‘Maranello in Giugno’ gli esercenti e i cittadini partecipanti saranno coinvolti per il conseguimento di miglioramenti significativi per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti (tramite una diffusa e rigorosa applicazione della raccolta differenziata, una comunicazione specifica per agevolare il conferimento presso i punti di raccolta che saranno appositamente attrezzati dal gestore, una misurazione e rendicontazione dei risultati raggiunti in termini di raccolta differenziata), la prevenzione della produzione dei rifiuti (attraverso azioni facoltative migliorative per gli esercenti quali un minor ricorso ad imballaggi a perdere, l’utilizzo di borsine riutilizzabili, un maggior ricorso a prodotti biologici o di filiera corta) e la comunicazione, con l’utilizzo di carta riciclata per la pubblicita’, e la predilezione per l’informazione on-line.

“Finalmente” aggiungiamo noi, perchè nel nostro piccolo abbiamo contribuito un anno fa lanciando una richiesta con gli stessi contenuti (vedi articolo), e da allora sono comparsi i primi contenitori di raccolta differenziata nelle feste (un anno fa la macchina organizzativa era già partita). Quest’anno invece è stato approvato un protocollo che definisce le linee guida per una più corretta e virtuosa gestione del rifiuto. Leggendo il protocollo abbiamo ritrovato molte delle idee che lanciammo un anno fa e ci auguriamo che venga attuato nel migliore dei modi in modo da diventare un regolamento per l’anno prossimo. Potremmo definirla un’altra battaglia vinta, ma preferiamo considerarlo un altro passo verso una civiltà  migliore. 

Movimento 5 Stelle Maranello

Read Full Post »

 A vent’anni dall’entrata in vigore della legge 257/92 che mise al bando l’amianto in Italia, si susseguono stime approssimative sulla quantità e sui luoghi in cui esso si trova. Secondo il CNR ve ne sono oltre 32 milioni di tonnellate sul territorio nazionale; Legambiente ha calcolato che l’amianto ricopre circa 50mila edifici tra pubblici e privati, ed esistono 100 milioni di metri quadrati di strutture in cemento-amianto, a cui vanno aggiunti 600mila metri cubi di amianto friabile, la cui bonifica procede con estremo ritardo.

 Il decreto del 6 settembre 1994 stabilisce che la presenza di amianto in un edificio non comporta un pericolo per la salute degli occupanti se il materiale è in buone condizioni e non viene manomesso; tuttavia se il materiale è degradato o altamente friabile, eventi sismici come quello appena accaduto nella bassa modenese,  le vibrazioni dell’edificio, i movimenti di persone o macchine, e le correnti d’aria possono danneggiarlo causando il distacco di fibre debolmente legate al resto del materiale, e provocandone un rilascio nell’aria potenzialmente rischioso per la salute.

 Il MoVimento 5 Stelle Maranello in questi mesi ha effettuato una serie di sopralluoghi all’interno del territorio comunale e nelle zone limitrofe per individuare quanti edifici presentino ancora coperture con la fibra killer ed il risultato è la stesura di una preoccupante “mappa dell’amianto” che ha il principale scopo di (altro…)

Read Full Post »

Questa sera alle ore 21.00 presso la polisportiva di Pozza di Maranello in via Ponchielli, si terrà la riunione area sud della provincia di Modena (l’area comprende tutta l’area montana e pedemontana compresi i comuni di Maranello, Castelnuovo, Castelvetro, Fiorano, Formigine e limitrofi). Si parlerà principalmente di cos’è il MoVimento 5 Stelle e come si colloca nel panorama politico attuale, anche dopo le recentissime vittorie di ieri a Parma, Comacchio, Mira e quella di Sarego al primo turno, poi ogni comune farà un breve sunto delli principali temi su cui sta lavorando, per poi lasciare il dibattito ai cittadini. E’ una grande occasione per approfondire tematiche specifiche legate al nostro territorio e per conoscere da vicino la realtà del Movimento 5 Stelle.

Read Full Post »

Ogni tanto proviamo un certo senso di soddisfazione a riportare buone notizie che in ottica futura possono contribuire alla salvaguardia dell’ambiente ed al riciclaggio preferito all’incenerimento o al conferimento in discarica e che si rivolge a tutti gli utilizzatori di stoviglie in plastica monouso.

Corepla conferma l’avvio, a partire dal 1° maggio, della raccolta differenziata per le stoviglie monouso in plastica.

La raccolta interesserà piatti e bicchieri, ma non posate o altri beni durevoli, un mutamento di procedura che nelle previsioni del Consorzio di filiera porterà un volume aggiuntivo  di 140mila tonnellate di plastica, potenzialmente destinata al riciclo. A condizione che la qualità del materiale raccolto sia sufficientemente buona.

Corepla ricorda infatti l’importanza di un corretto conferimento delle stoviglie, che devono essere prive di qualsiasi residuo solido o liquido. Prima di essere messe nel contenitore della plastica, piatti e bicchieri vanno quindi adeguatamente svuotati, fatte salve le normali tracce di quanto hanno contenuto; in questo modo non si rischia di sporcare tutto il materiale raccolto, che renderebbe piu complesse ed antigieniche le successive operazioni di selezione e di avvio a riciclo o recupero.

“Quella dei piatti e bicchieri di plastica – spiega il Delegato Anci all’Energia e ai Rifiuti, Filippo Bernocchi – è un’importante novità, che va nella direzione di facilitare ai cittadini il conferimento dei materiali nella raccolta differenziata. Sono state così  accolte le istanze di numerosissimi Comuni italiani. Da questa estensione, potrà derivare non solo un beneficio ambientale ma anche l’opportunità per i Comuni di veder potenzialmente aumentare in misura considerevole i corrispettivi ricevuti a fronte del materiale correttamente conferito. Ci appelliamo ai cittadini e alla loro collaborazione perchè, per dare successo a questo processo, è necessario conferire piatti e bicchieri che non contengano residui di cibo e bevande”.

Anche il Presidente di Corepla, Giuseppe Rossi, sottolinea l’importanza del cambiamento: “Questa estensione della raccolta differenziata rappresenta un’opportunità oltre che un fattore di chiarezza. E’ un’opportunità perchè i piatti e bicchieri monouso in plastica inseriti nella corretta raccolta differenziata, potranno continuare ad offrire tutta la loro praticità con in più la certezza di un loro effettivo recupero. Al tempo stesso, riteniamo di aver fornito a tutti i cittadini un elemento di semplificazione oltre ad aver eliminato dubbi ed incertezze”.

“La decisione di Conai, resa operativa dal Comitato di coordinamento Anci/Conai, viene incontro alla esigenza di agevolare i compiti dei cittadini e si inquadra nella politica di incentivare la raccolta differenziata urbana secondo elevati standard qualitativi“, aggiunge il Presidente del Conai, Roberto De Santis.

Fonte: www.plasticaverde.eu
Leggi il comunicato stampa congiunto del Corepla, Conai ed Anci

 

Read Full Post »

Venerdi 4 Maggio alle 21, in via Cappella a Gorzano, si è tenuto un incontro a cura dell’agenzia per lo sviluppo e l’energia sostenibile di Modena sul tema della riqualificazione energetica degli edifici tramite isolamento termico “a cappotto”.
La riqualificazione energetica di un edificio rappresenta un investimento volto a ridurre i costi di gestione legati al consumo energetico, a migliorare la qualità ed il confort ed aumentare il valore dell’immobile. I benefici sono anche ambientali e sono legati soprattutto alla riduzione delle emissioni di CO2 che generano i consumi di energia.

Ad esempio un edificio degli anni ’80, che consuma 180 kWh/mq all’anno, può, attraverso interventi di riqualificazione energetica ridurre fino al 50-60% i propri consumi energetici ed attualmente può sfruttare la detrazione fiscale del 55% per 10 anni.

L’isolamento termico degli edifici è l’intervento che permette di ottenere maggiori benefici in termini di risparmio energetico ed economico per il riscaldamento ed il raffrescamento e contemporaneamente migliora il comfort e il benessere abitativo. La D.A.L. 156/2008 della Regione Emilia Romagna e s.m.i. prevede, in caso di ampliamento, ristrutturazione edilizia o manutenzione straordinaria degli edifici (rifacimento di pareti esterne e intonaci esterni) l’obbligo di rispettare i valori di trasmittanza termica previsti dalla Delibera attraverso l’isolamento termico dell’involucro edilizio.

Il solo sistema a cappotto esterno è in grado di garantire risparmi energetici dell’ordine del 30-40 %. Nell’Unione Europea i consumi energetici degli edifici incidono per circa il (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »